1915-1918. La voce dei «semplici». Le parole dei protagonisti raccontano la storia PDF

Camminate pure tra il vento ed i flutti, ma con Gesù. Il desiderio di diventare sacerdote fu sollecitato dalla conoscenza di un frate del convento di Morcone, fra’ Camillo da Sant’Elia a Pianisi, che periodicamente passava per Pietrelcina a raccogliere offerte. Il 22 gennaio dello stesso anno, a 15 anni, vestì i panni di probazione del 1915-1918. La voce dei «semplici». Le parole dei protagonisti raccontano la storia PDF cappuccino e diventò “fra’ Pio”.


Författare: Coli Donatella.

Le vicende della guerra del 15-18 narrate dai protagonisti. La voce dei semplici, dove gli eventi narrati e le situazioni descritte, prendono forma e raccontano la storia di un’epoca dal punto di vista di quei soldati, senza retorica ma con sincerità espressiva e con una sorprendente abilità. Attraverso lettere e diari vengono ripercorse le battaglie, l’ospedalizzazione, la ritirata, la prigionia, la vita nelle retrovie e in trincea. Testimonianze arricchite da fotografie, documenti ufficiali e immagini di cartoline propagandistiche.

Negli anni 1907-1908, compiendo il percorso scolastico, fu nel Convento di Serracapriola. Qui fra’ Pio aveva compagni di studio i fraticelli di San Giovanni Rotondo, Clemente, Guglielmo e Leone e, da Roio, Anastasio che abitava la cella accanto a quella sua. I cinque erano allievi del Padre Lettore Agostino da San Marco in Lamis. Il Duomo di Benevento, dove nel 1910 Padre Pio ricevette la consacrazione sacerdotale. Quegli “infiniti affanni” fisici, causati “da una misteriosa malattia” che “galoppava” e l’inappetenza cronica del giovane, allarmarono i Cappuccini di Sant’Angelo.

Comunicando telegraficamente con Salvatore Pannullo, parroco di Pietrelcina, i frati convocarono Grazio Forgione, genitore di fra’ Pio. Giunto a Serracapriola, egli trovò ospitalità nel Convento. Con il padre fra’ Pio andò al suo paese per una vacanza di salute consigliata dal medico che lo aveva visitato. In tale periodo gli agiografi collocano la comparsa sulle sue mani delle stimmate “provvisorie”.