7 AM. 7 itinerari all mountain nell’Alto Garda PDF

Coat of arms of Trentino-South Tyrol. Il comune di Lavarone è situato sull’omonimo altopiano, nelle Prealpi Vicentine a circa 1 200 metri di altitudine. Nel territorio 7 AM. 7 itinerari all mountain nell’Alto Garda PDF trovano 19 diverse località.


Författare: Raffaele Ganzerli.

Un altro volume si aggiunge alla sempre più numerosa collana di 7AM-7 Itinerari All Mountain. Dopo la Val d’Adige, l’ Appennino ToscoRomagnolo, le Colline Fiorentine della Linea Gotica e l’Appennino Modenese, è ora di tornare al Nord in un contesto naturalistico e culturale che amo moltissimo: l’Alto Garda. Chiunque abbia anche solo conosciuto per fama questo contesto molto amato dai biker di tutta Europa potrà intuire che sette itinerari sono solo una minima parte degli innumerevoli effettuabili intorno alle sponde del grande lago. Il principale criterio di selezione si ispira allo spirito di questa collana: unire la passione per le ruote grasse con il valore culturale degli itinerari. Ci saranno quindi salite spettacolari, combinate con discese che sbloccano l’adrenalina, il tutto corredato da un ampio e dettagliato sfondo storico culturale. Due itinerari si svolgono in Veneto, cinque in Trentino: si tratta oggi di una zona di confine regionale, da cui riemergono le nemesi di un secolo fa quando la zona era una frontiera tra due Stati ostili durante la Grande Guerra. Molti dei chilometri qui tracciati sono una eredità dell’ingegneria stradale di quel tempo. Ma l’Alto Garda non è solo guerra, è anche un crocevia di popoli, reti stradali, grandi opere ed una cultura contadina che incredibilmente sopravvive ancora oggi come un tempo.

Lo stesso argomento in dettaglio: Lago di Lavarone. Nel territorio comunale è presente un piccolo lago attorno al quale Sigmund Freud spesso andava a passeggio nel periodo in cui ha trascorso sue vacanze a Lavarone nel 1904, 1906, 1907 e 1923. Lavarone ha un toponimo certamente più antico delle immigrazioni cimbre del XII secolo. Secondo alcuni è di derivazione origine romanza, o anche pre-romana, derivante probabilmente da làvara, pietra piatta, lastrone. Le prime testimonianze dell’antropizzazione della zona sono costituite da antichi forni fusori e alcuni antichi depositi di scorie nei pressi della località Millegrobbe.

Vi sono ipotesi risalenti al XIX secolo, non confermate da scavi sistematici, riguardo l’esistenza di un castelliere preistorico sul rilievo di Chiesa. La prima testimonianza documentale di Lavarone risale al 1184: un documento pontificio con il quale Papa Lucio III pone sotto la propria protezione i beni temporali posseduti dal vescovo di Feltre. Tra il XII e il XIII secolo arrivarono, delle Prealpi vicentine, i primi coloni bavaresi. Questa comunità sembra fosse prevalentemente concentrata nella frazione di Chiesa. Questi coloni erano stati chiamati dai nobili e dai principi vescovi trentini, tra cui Adelpreto, vescovo di Trento, non solo per abitare e dissodare le terre in questa parte marginale del principato trentino, ma anche per difendere e controllare il territorio.

I coloni cimbri, discendenti da quelli bavaresi, si fusero con la popolazione locale latina preesistente, perdendo nel corso del tempo l’uso della lingua madre a seguito anche all’influenza del clero e ai continui contatti economici, sociali e umani con le zone limitrofe italiane. Nel corso del XVII e XVIII secolo sono presenti contese confinarie con le comunità limitrofe. All’entrata in guerra dell’Italia, Lavarone si trovò lungo la prima linea del fronte e la popolazione venne concentrata nelle località di Gionghi, Bertoldi e Slaghenaufi. Il 31 maggio 1915 al paese fu intimato l’ordine di evacuazione. La guerra danneggiò pesantemente i villaggi e gli antichi masi dell’altopiano e causò, solo a Lavarone, 188 morti. L’economia del comune si basa principalmente sul turismo estivo ed invernale. 2 residence, 2 campeggi e appartamenti privati.

Altra voce importante nell’economia lavaronese è l’agricoltura, in particolare la produzione casearia che ha come punto di forza il formaggio D. Segue il dettaglio con l’indicazione tra parentesi del numero di unità locali di impresa a cui si riferiscono gli occupati. Le istituzioni pubbliche occupano 59 addetti nelle complessive 10 unità locali presenti. Il settore no-profit occupa solo 3 addetti nelle 13 unità locali presenti sul territorio.

Segue il dettaglio del numero di imprese per numero di addetti. Sono presenti infrastrutture sportive inerenti soprattutto attività all’aria aperta sia nel periodo estivo che in quello invernale. In particolare, per questa disciplina sono presenti percorsi attrezzati quali Fortezze Bike Tour e i 100 Km dei Forti. Per il nordic walking, nel 2006 è stato inaugurato il Nordic Walking Park con 17 percorsi di varia difficoltà. Il bike park sfrutta l’impianto di risalita del monte Tablàt. Lo Ski Center Lavarone è un comprensorio sciistico che spazia da Lavarone all’Alpe di Vezzena. Per lo snowboard è presente uno snow park, denominato Prinze Park della lunghezza di circa 1000 metri servito dalla seggiovia Sonneck.

Inoltre sono presenti anche una pista per slittini e una per gommoni serviti rispettivamente da una slittinovia e da un marciapiede mobile utilizzato anche per il campo scuola. Complessivamente gli impianti di risalita per lo sci e lo snowboard sono complessivamente 15: 5 tapis roulant, 6 seggiovie, 3 skilift e 1 slittonovia. Il Centro Fondo Millegrobbe è un comprensorio per lo sci di fondo, collegato con il Centro Fondo di Campolongo è costituito da 18 km di piste facili raggiungibili da Passo Vezzena e 21 km di piste più impegnative raggiungibili da Malga Millegrobbe. Nel centro fondo avviene annualmente una competizione internazionale di sci di fondo: la Millegrobbe.

Inoltre, vengono tracciati due percorsi di 4 e 8 km per ciaspole e nordic walking. Dato Istat – Popolazione residente al 31 agosto 2017. Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli Etnici e dei Toponimi Italiani, Bologna, ed. Ignazio Putzu, Gabriella Mazzon, Lingue, letterature, nazioni. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 9 mar 2019 alle 14:05. Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. Antichi libri rilegati ed usurati nella biblioteca del Merton College a Oxford.

Un libro è costituito da un insieme di fogli, stampati oppure manoscritti, delle stesse dimensioni, rilegati insieme in un certo ordine e racchiusi da una copertina. Il libro è il veicolo più diffuso del sapere. L’insieme delle opere stampate, inclusi i libri, è detto letteratura. I libri sono pertanto opere letterarie.