Alla scuola dello Spirito Santo PDF

Il Cristianesimo fece nascere negli uomini un nuovo sentimento filantropico, così come è testimoniato dalle parole di Tertulliano: ” Noi siamo come fratelli per diritto di alla scuola dello Spirito Santo PDF, nostra comune Madre”. Normanni in Inghilterra nel 1066 e l’inizio delle crociate, che convogliarono le masse di pellegrini ad altre mete, l’istituzione decadde e di essa non rimase che il nome. Poco più tardi il vescovo di Chartres, Reginaldo, donerà una prebenda della sua chiesa all’ospedale di Santo Spirito, ancora chiamato di S. Conosciuto come cavaliere templare proveniente dalla famiglia dei conti di Guillaume di Montpellier.


Författare: Jacques Philippe.

Ed infatti, appena salito al soglio papale, Innocenzo III celebrò pubblicamente l’istituzione delle case di Santo Spirito: Va ricordato che la ricostruzione fu affidata al Commendatore Roma dei Cavalieri Ospedalieri di San Giovanni in Gerusalemme di Amalfi che gli addusse lo stemma tuttora presente sugli immobili. La stima di Innocenzo III verso Guido era tanta che il Papa lo nominò commissario contro gli eretici in Francia. Nel 1471 l’ospedale fu preda di un imponente incendio che lo ridusse in uno stato fatiscente. L’ospedale godette anche della presenza di importanti personalità religiose quali San Filippo Neri e San Camillo De Lellis nel XVI secolo.

Esenzione fiscale totale dell’Archiospedale di Santo Spirito al fine del supporto agli infermi da parte di Leone X. A fondamento dell’ordine Ospitaliero è la Regola che consta di ben 105 brevi capitoli, molti dei quali riprendono per lunghi tratti doveri di altri ordini religiosi sorti precedentemente. Dal 1896 all’amministrazione dell’ospedale di Santo Spirito, già fiore all’occhiello dell’attività assistenziale durante il papato e divenuto il principale ospedale di Roma che a fine secolo XVIII conservava ancora un consistente patrimonio terriero per oltre 15. Dal 2000 ad oggi il complesso monumentale è uno dei poli congressuali della capitale e viene gestito dalla società Giubilarte srl. Al suo interno vengono organizzati eventi, convegni, serate di gala, sfilate di moda e mostre d’arte. Voluta fortemente da Sisto IV dopo le devastazioni, i saccheggi e gli incendi, la corsia Sistina è l’edificio principale dell’ospedale.

Sormontata da una torre ottagonale, la corsia è un’immensa aula lunga 120 m e larga 12 m, divisa in due sezioni distinte da un tiburio: i due ambienti, così formatesi, presero il nome di Braccio di sotto” e “Braccio di sopra. Dopo la costruzione del braccio di Sotto della Corsia Sistina, Papa Sisto IV fece erigere due edifici religiosi al servizio dell’istituto: uno per i frati e uno per le suore. Entrambe le costruzioni, che avevano in comune il refettorio e la cucina, si articolano intorno ad un chiostro rettangolare, incorniciato da un doppio loggiato ad arcate poggianti su colonne ioniche. Il palazzo del commendatore, ampliamento cinquecentesco del complesso ospedaliero, fu realizzato durante il pontificato di Pio V e fu dedicato a monsignor Bernardino Cirillo, commendatore dal 1556 al 1575, considerato uno dei più celebri commendatori dell’Istituto. Il soffitto è a volta di vela nel porticato inferiore e ligneo in quello superiore, mentre l’area del cortile è a impluvio, alla maniera di quelli realizzati nelle case romane.

A destra dell’ingresso principale vi sono l’Accademia Lancisiana e lo scalone, che consente l’accesso al primo piano del Palazzo e al loggiato superiore, con un calco in gesso di un prezioso bassorilievo di Antonio Canova raffigurante una lezione di Anatomia. Dal Salone del Commendatore, oltre che direttamente dal loggiato superiore, si accede alla biblioteca Lancisiana, fondata nel 1711 da Giovanni Maria Lancisi, medico di Papa Innocenzo XI e insigne studioso, che fece della biblioteca l’anima del suo disegno di promozione della cultura scientifica. Il complesso comprende la chiesa di Santo Spirito in Sassia. From a Pope’s nightmare, a great public health institution: the Santo Spirito in Saxia Hospital, in Rome. Italian Journal of Public Health 7. L’ospedale di Santo Spirito in Saxia, Pietro De Angelis, pag. Il complesso monumentale di Santo Spirito in Saxia, Maria Lucia Amoroso, pag.

L’ospedale di Santo Spirito in Saxia,Pietro De Angelis, pag. L’arcispedale Santo Spirito in Saxia, di Silvia Mattoni, Massimo Mongardini e Marco Scarnò, Aracne editrice 2011. Il complesso monumentale di santo Spirito in Saxia, Maria Lucia Amoroso, riferimenti pag. Pietro De Angelis, L’ospedale di Santo Spirito in Saxia, Biblioteca della Lancisiana, Roma 1960, volume I, 470 pagine. Compton editori, Roma 1998, 31 pagine. Culti importati, culti esportati e culti autoctoni nella Toscana Occidentale e nella circolazione mediterranea ed europea, eds. Claudio Schiavoni, Gli infanti esposti del Santo Spirito in Saxia di Roma tra’500 e’800: numero, ricevimento, allevamento e destino, Publications de l’École Française de Rome 140.

Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 7 gen 2019 alle 10:27. Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. La chiesa di Santo Spirito è una delle principali basiliche della città di Firenze. Oltrarno, la parte sud del centro storico, e con la sua semplice facciata domina la piazza omonima. Ha la dignità di basilica minore. La fondazione dell’ordine degli eremiti agostiniani in Toscana risale a un’iniziativa di Innocenzo IV: si trattava di un ordine mendicante ma di apostolato urbano.