Arte urbana PDF

Jump to navigation Jump to search Terracotta di un giovane etrusco con elmetto, III sec. Per arte etrusca si intende la produzione artistica degli Etruschi, popolo inizialmente stanziato nel territorio chiamato Etruria, triangolo compreso tra l’Arno a Nord, arte urbana PDF Tevere a Sud e il Mar Tirreno a Ovest. Essa si distingue tra l’VIII secolo a. Periodo classico o età di mezzo.


Författare: Franco Summa.

Progettare l’ambiente della vita è accedere a un livello superiore di consapevolezza del proprio essere nel mondo; è costruire i luoghi secondo una volontà di autorappresentazione con la prospettiva filosofica dell’estensione nel tempo di sé oltre il tempo limitato della propria esistenza. È attraverso l’arte che, da sempre, l’uomo realizza questo progetto. E qui l’arte non è da intendere quella che correntemente viene definita “arte” in contrapposizione ad “architettura”, bensì “Arte” che assomma in sé l’architettura, la pittura, la scultura, il design, l’urbanistica ed ogni altra disciplina artistica. La città è il prodotto dell’Arte che conferisce vivibilità, significatività e riconoscibilità alla città. Dunque un’Arte che struttura le forme, gli spazi, i percorsi, i monumenti, le prospettive, i colori, in altri termini tutti gli aspetti dell’abitare nelle dimensioni di vita vissuta nel segno di memorie tradotte in segni. Un “costruire” trasformato in modalità plurima di progettare i luoghi della vita con “arte” esprimibile con “Artitettura”: un neologismo ottenuto da “Architettura” sostituendo ad “archi-” l’assonante “arti” (ossia tutte le arti). L’arte di costruire la città è, dunque, una “Artitettura”.

Dalla metà del V alla metà del III secolo a. Lo stesso argomento in dettaglio: Cultura villanoviana e Arte geometrica. Olla ovoide con orlo svasato dell’IX secolo a. Nel periodo villanoviano, compreso tra il X e il VII secolo a.

Dopo poche generazioni dall’avvento della cultura villanoviana, caratterizzata da corredi sobri, si registrano numerosi scambi tra le comunità villanoviane e le altre culture, in particolare con la Sardegna nuragica, e in minor parte con le comunità enotrie dell’Italia meridionale. Lo stesso argomento in dettaglio: Periodo orientalizzante. Pisside eburnea proveniente dalla tomba Regolini-Galassi, ora al Walters Art Museum 71489 . Coppa etrusca con decorazioni plastiche e granulazione a pulviscolo, ora al Walters Art Museum 57372.

Il periodo detto orientalizzante è compreso tra gli ultimi due decenni dell’VIII e i primi del VI secolo a. Una prima disomogeneità nella “ricchezza” dei materiali dei corredi funerari iniziò ad apparire nell’VIII secolo a. Materiali e oggetti di lusso, importati o prodotti localmente nel VII secolo a. Etruria nella prima metà del VII secolo a. L’insediamento in Etruria di artigiani stranieri che fece seguito alla presenza di una classe sociale disposta ad acquistarne i prodotti favorì lo sviluppo di un artigianato locale che ne riprendeva i modelli di produzione in funzione concorrenziale.