Biografia del Sessantotto PDF

Flag of the Chinese Communist Biografia del Sessantotto PDF. Naval Jack of the Republic of China.


Författare: Giuseppe Carlo Marino.

A metà tra storia e sociologia, tra ricerca e biografia generazionale, una ricostruzione della genesi del Sessantotto e un ritratto della gioventù che diede vita alla stagione più intensa della politica italiana del dopoguerra. Con l’introduzione di Nicola Tranfaglia.

Sotto la sua guida il partito comunista salì al governo cinese a seguito della vittoria nella guerra civile e della fondazione della Repubblica Popolare Cinese, di cui dal 1949 fu presidente. Hunan, da una famiglia di coltivatori agricoli moderatamente prospera. Tale matrimonio non è mai stato accettato da Mao, che sostenne di non aver mai dormito con la ragazza, rifiutando di riconoscerla come moglie. Durante la rivoluzione del 1911 prestò servizio nell’esercito provinciale di Hunan. Mentre lavorava per la biblioteca dell’università come assistente Mao acquisì la passione per la lettura e per i libri, mantenuta negli anni successivi. Sempre a Pechino sposò Yang Kaihui, una studentessa universitaria e figlia di Yang Changji, dalla quale ebbe due figli, Mao Anying e Mao Anqing. Invece di trasferirsi all’estero come molti dei suoi connazionali radicali, Mao passò l’inizio degli anni venti viaggiando attraverso la Cina e infine fece ritorno nello Hunan, dove prese a guidare le azioni collettive e per i diritti dei lavoratori.

Lo stesso argomento in dettaglio: Maoismo. Durante questo periodo Mao sviluppò molte delle sue teorie politiche. Un concetto molto importante era la sua visione dei contadini come sorgente della rivoluzione. Mao invece sosteneva che nel caso della Cina era la classe contadina quella dalla quale si sarebbe sviluppata la rivoluzione. Poiché la Cina non aveva una significativa classe proletaria, in particolare scarseggiava di operai, contava invece molti contadini insoddisfatti, condizione necessaria per applicare il comunismo alla realtà cinese. Mao arricchì le teorie di Hegel e Marx per creare una nuova teoria del materialismo dialettico. Mao riuscì a sfuggire al terrore bianco nella primavera-estate del 1927 e a Changsha guidò in autunno la sfortunata rivolta del raccolto autunnale.

Fu in questo periodo che Mao sposò He Zizhen, dopo che Yang Kaihui era stata uccisa da forze del Kuomintang. Fu durante questo viaggio, lungo 9. 600 km e durato un anno dall’ottobre 1934 all’ottobre 1935, che Mao emerse come capo dei comunisti cinesi, aiutato dalla conferenza di Zunyi e dalla defezione di Zhou Enlai, alleatosi con lui. Sempre a Yan’an divorziò da He Zizhen, in cura a Mosca per ferite di guerra, e sposò l’attrice Lan Ping, che sarebbe divenuta nota con il nome di Jiang Qing. Per contro Chiang cercava di costruire l’esercito della Repubblica di Cina, in funzione del futuro conflitto con i comunisti di Mao, dopo la fine della seconda guerra mondiale.

L’appoggio dell’Unione Sovietica è dubbio: da un lato continuò a mantenere ambasciatori e agenti presso il Kuomintang, dall’altro aiutò Mao a impadronirsi degli armamenti giapponesi in Manciuria. Il 21 gennaio 1949 le forze del Kuomintang soffrirono enormi perdite contro l’Armata Rossa di Mao. Durante la guerra civile i comunisti, dopo aver sconfitto i nazionalisti del Kuomintang, fondarono la Repubblica Popolare Cinese il 1º ottobre 1949. Fu il culmine di oltre due decenni di lotta popolare diretta dal Partito Comunista.