Città ribelle. (1943-1944) PDF

Lo stesso argomento in dettaglio: Mancata difesa di Roma. Roma del re Vittorio Emanuele III, il territorio italiano venne occupato dalle truppe tedesche. Il controllo di Roma fu ottenuto con uno sforzo abbastanza limitato da parte dei tedeschi che, la sera dell’8 settembre erano già pronti ad attaccare, mentre le truppe italiane rimaste fedeli a Casa Savoia furono prese alla sprovvista. Le divisioni italiane schierate a nord della città città ribelle. (1943-1944) PDF ordini contraddittori e quando iniziarono a muoversi verso il teatro degli scontri principali era troppo tardi: nel pomeriggio del 10 i paracadutisti tedeschi avevano già superato ogni difesa e raggiunto il centro della città.


Författare: Enrico Compagnoni.

Nella Roma occupata dai nazifascisti molti giovani trovano la forza di ribellarsi. Rischiano la deportazione, il carcere, la tortura e la fucilazione. Nonostante tutto ciò non demordono, lottando in ogni modo contro la barbarie per conquistare la libertà.

A quel punto il comando italiano accettò la richiesta tedesca di cessare il fuoco e di trasformare Roma in una città aperta, presidiata solo da pochi soldati italiani. Mussolini fu di far disarmare le ultime truppe regie rimaste a Roma ed il controllo tedesco divenne totale. Il territorio dell’Italia a me sottoposto è dichiarato territorio di guerra. In esso sono valide le Leggi Tedesche di guerra.

Tutti i delitti commessi contro le Forze Armate Tedesche saranno giudicati secondo il diritto Tedesco di guerra. Ogni sciopero è proibito e sarà giudicato secondo il Tribunale di guerra. Gli organizzatori di scioperi, i sabotatori ed i franchi tiratori saranno giudicati e fucilati per giudizio sommario. Sono deciso a mantenere la calma e la disciplina e a sostenere le Autorità italiane competenti con tutti mezzi, per assicurare alla popolazione il nutrimento. Gli operai italiani, i quali si mettono volontariamente a disposizione dei servizi Tedeschi saranno trattati secondo i principi Tedeschi e pagati secondo le tariffe Tedesche. I Ministeri Amministrativi e le Autorità Giudiziarie continuano a lavorare.