Condannati a delinquere? PDF

Camera condannati a delinquere? PDF conciliazione ed arbitrato per lo sport, organo istituito all’epoca presso il CONI. Il processo penale di primo grado su Calciopoli ebbe luogo tra il 2008 e il 2011 presso il tribunale di Napoli.


Författare: Daniela Campana.

La ricerca si pone l’obiettivo di verificare l’esistenza del legame tra carcere e recidiva, scegliendo di dar voce a coloro che hanno sperimentato in prima persona le dinamiche criminogene della quotidianità carceraria. Dai dialoghi con detenuti ed ex detenuti emerge il profilo di un carcere che strappa il recluso dalla famiglia, dai legami sociali e dalle responsabilità della vita reale, facendone un uomo incapace di vivere nel mondo esterno.

Durante tale processo emersero principalmente per opera dei difensori di Luciano Moggi nuove intercettazioni telefoniche che non erano state considerate rilevanti nelle indagini del 2006. Nel frattempo il procuratore federale Stefano Palazzi aveva già avviato nuove indagini in proposito, che si chiusero nel giugno 2011 con la contestazione di violazioni delle norme di lealtà, correttezza e probità a diverse società e tesserati che non erano stati coinvolti nei processi sportivi del 2006. Dopo l’esito in primo grado del processo di Napoli e la dichiarazione di non competenza del TNAS la Juventus presentò nel novembre 2011 un ricorso al TAR del Lazio contro la FIGC e l’Inter, chiedendo un risarcimento danni di circa 444 milioni di euro derivanti secondo la tesi della Juventus dalla disparità di trattamento sui fatti di Calciopoli fra gli eventi del 2006 e quelli del 2011. Secondo l’accusa i dirigenti di società coinvolti intrattenevano rapporti con i designatori arbitrali atti a influenzare le designazioni per le partite delle proprie squadre in modo da ottenere arbitri considerati favorevoli. In questo erano spesso appoggiati o spalleggiati dagli esponenti della federazione coinvolti nell’inchiesta. Juventus: esclusione dal campionato di competenza e assegnazione a una categoria inferiore alla Serie B con 6 punti di penalizzazione, revoca dello scudetto 2004-2005 e non assegnazione dello Scudetto 2005-2006. Fiorentina: retrocessione in Serie B con 15 punti di penalizzazione.

Lazio: retrocessione in Serie B con 15 punti di penalizzazione. Milan: retrocessione in Serie B con 3 punti di penalizzazione. 5 anni con proposta di radiazione. Arbitri e assistenti Paolo Bertini: 5 anni con proposta di radiazione. Massimo De Santis: 5 anni con proposta di radiazione.

Paolo Dondarini: 5 anni con proposta di radiazione. Domenico Messina: 5 anni con proposta di radiazione. Pasquale Rodomonti: 5 anni con proposta di radiazione. Gianluca Rocchi: 5 anni con proposta di radiazione. Paolo Tagliavento: 5 anni con proposta di radiazione. Reggina: retrocessione in Serie B con 15 punti di penalizzazione. Arezzo: retrocessione in Serie C1 con 3 punti di penalizzazione.

Juventus: retrocessione in Serie B con 30 punti di penalizzazione, revoca dello scudetto 2004-2005, non assegnazione dello scudetto 2005-2006 e ammenda di 80 000 euro. Fiorentina: retrocessione in Serie B con 12 punti di penalizzazione e ammenda di 50 000 euro. Lazio: retrocessione in Serie B con 7 punti di penalizzazione e ammenda di 40 000 euro. Milan: 44 punti di penalizzazione nel campionato di Serie A 2005-2006, 15 punti di penalizzazione nel campionato 2006-2007 e ammenda di 30 000 euro. 5 anni con richiesta di radiazione e 20 000 euro di multa. 5 anni con richiesta di radiazione e 50 000 euro di multa. 4 anni e 30 000 euro di multa.

3 anni e 6 mesi e 20 000 euro di multa. 3 anni e 6 mesi e 10 000 euro di multa. Arbitri Massimo De Santis: 4 anni e 6 mesi. Paolo Dondarini: 3 anni e 6 mesi. Pasquale Rodomonti: la CAF si dichiara incompetente.

5 anni con richiesta di radiazione. Reggina: 15 punti di penalizzazione nel campionato 2006-2007 e ammenda di 100 000 euro. Arezzo: 9 punti di penalizzazione nel campionato 2006-2007. 3 anni e 30 000 euro di ammenda.

2 anni e 6 mesi e 30 000 euro di ammenda al Milan. Juventus: retrocessione in Serie B con 17 punti di penalizzazione, revoca dello scudetto 2004-2005, non assegnazione dello scudetto 2005-2006, 120 000 euro di multa e tre giornate di squalifica del proprio campo. Fiorentina: 30 punti di penalizzazione nel campionato 2005-2006, 19 punti di penalizzazione nel campionato 2006-2007, 100 000 euro di multa e tre giornate di squalifica del proprio campo. Lazio: 30 punti di penalizzazione nel campionato 2005-2006, 11 punti di penalizzazione nel campionato 2006-2007, 100 000 euro di multa e due giornate di squalifica del proprio campo. Milan: 30 punti di penalizzazione nel campionato 2005-2006, 8 punti di penalizzazione nel campionato 2006-2007, 100 000 euro di multa e una giornata di squalifica del proprio campo.

Arbitri Massimo De Santis: 4 anni. Reggina: 15 punti di penalizzazione nel campionato 2006-2007 e 100 000 euro di ammenda. Arezzo: 6 punti di penalizzazione nel campionato 2006-2007. 3 anni e 30 000 euro di ammenda al Milan. 2 anni e 6 mesi e 30 000 euro di ammenda. Camera di conciliazione e arbitrato istituita presso il CONI. In nessun caso fu raggiunta la conciliazione e si dovette procedere caso per caso alla creazione di un comitato di arbitrato.