Cronaca di un delitto annunciato PDF

Cronaca di un delitto annunciato PDF dei contenuti riportati potrebbero urtare la sensibilità di chi legge. Le informazioni hanno solo un fine illustrativo. Wikipedia può contenere materiale discutibile: leggi le avvertenze.


Författare: Adriana Pannitteri.

Ai soccorritori del 118 sopraggiunti in elicottero, anche per via dello stato dei luoghi, apparve subito chiaro che le devastanti ferite sul capo del bambino erano frutto di un deliberato atto di violenza. Vennero perciò avvisati i carabinieri, che compirono poi i primi sopralluoghi nella villetta. Il piccolo fu dichiarato morto alle ore 9:55. L’esame autoptico rivelò come causa reale del decesso una serie di colpi – almeno diciassette – sferratigli alla testa con un’arma contundente. Sul capo della piccola vittima furono rinvenute microtracce di rame, le quali suggerivano che il bambino fosse stato colpito da un oggetto realizzato con questo metallo, come ad esempio un mestolo ornamentale. I numerosi sopralluoghi compiuti dagli inquirenti nel corso delle indagini all’interno della villetta non portarono mai al ritrovamento dell’arma del delitto.

Si ipotizzerà in seguito che si trattasse di un mestolo di rame, quindi di una piccozza da montagna, di un pentolino del tipo usato per bollire il latte o di altri oggetti, ma al riguardo non maturerà alcuna certezza. L’accusa e la motivazione della prima sentenza si fondarono prevalentemente sulla perizia eseguita con l’aiuto del luminol sulle tracce di sangue. Ne vennero rilevate abbondanti sopra il pigiama della Franzoni, trovato parzialmente nascosto tra le coperte del letto solo dopo alcune ore dal fatto delittuoso. Secondo la difesa, la casacca e i pantaloni del pigiama non sarebbero stati indossati dall’assassino, bensì giacevano sul piumone del letto.