Eugenio Scalfari e il suo tempo PDF

Questa voce o sezione sugli argomenti insegnanti italiani e teologi non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. Dal 2013 al 2014 è stato docente di “Storia delle Dottrine Teologiche” presso l’Eugenio Scalfari e il suo tempo PDF degli Studi di Padova. Nato il 9 dicembre 1962 a Carate Brianza da genitori siciliani, è dottore in teologia sistematica.


Författare: Angelo Cannatà.

Eugenio Scalfari è un personaggio particolare, unico nel panorama della cultura italiana. Filosofo. Scrittore. Imprenditore. Giornalista. Politico: se “Repubblica” è – come crediamo -“un giornale-partito”. Difficile scrivere di lui senza valutare la globalità di questi interessi. È un grande giornalista, d’accordo. Ma ogni definizione si rivela subito parziale, riduttiva. Ogni classificazione disciplinare, fuorviante. Da questa opera emerge il profilo di un intellettuale lucido, severo nella denuncia, autorevole, ieratico, ateo senza pentimenti ma pronto – anche con Santa Romana Chiesa – al dialogo, alla ragionevole discussione su ciò che unisce. Un intellettuale impegnato, con una forte consapevolezza della centralità della Costituzione e dello Stato di diritto; testardo nella difesa di un liberismo di sinistra; audace nelle sintesi teoriche, nella ricerca di strade nuove in letteratura e in filosofia. Grandissima la sua influenza nella storia del nostro Paese. Il libro cerca di dare un’idea della personalità di Scalfari mostrando quanto, nella sua vita, siano importanti la denuncia e la critica – dal golpe De Lorenzo, alla P2, a Mani pulite; le opere e le attività dello spirito – la letteratura, l’arte, la filosofia. Scalfari: sempre proiettato nel futuro; sempre attento al passato, alla memoria. Le radici, la storia (personale e pubblica), come momenti che strutturano la formazione della personalità. Un grande insegnamento.

Ricevuta la dispensa papale dal celibato, si è sposato nella parrocchia milanese di Santa Maria del Suffragio con Jadranka Korlat, ingegnere civile serbo-croata. Dal matrimonio sono nati Stefano, nel 1995, e Caterina, nel 1999. In ambito etico Vito Mancuso si è dichiarato a favore di: contraccezione, fecondazione assistita, principio di autodeterminazione per il fine vita, donazione alla ricerca delle cellule staminali embrionali derivate da fecondazione assistita. Dopo la dissoluzione nel Novecento delle tradizionali teologie della natura e della storia, secondo Vito Mancuso oggi il compito più importante della teologia consiste nel rendere di nuovo concepibile il rapporto Dio-mondo, più in particolare l’azione di Dio nel mondo.

Per Vito Mancuso, la salvezza è presente da sempre nella creazione e nella sua logica relazionale, seguendo la quale, immessa continuamente dall’incessante azione divina e praticandola concretamente, gli uomini divengono giusti, cioè partecipi di una dimensione più ordinata dell’essere. In generale il pensiero di Vito Mancuso si può connotare come evoluzionismo teologico, o, dal punto di vista filosofico, come emergentismo. Mancuso segue la corrente dell’emergentismo che ha una visione evoluzionista dell’essere, nel senso che intende per evoluzione non solo il processo che riguarda la filogenesi, cioè l’origine delle specie, ma anche quello che riguarda l’ontogenesi, cioè la formazione del singolo individuo in tutte le sue dimensioni, qui e ora. Per la rivista dei gesuiti La Civiltà Cattolica Vito Mancuso arriva “a negare o perlomeno svuotare di significato circa una dozzina di dogmi della Chiesa cattolica”, finendo così per alimentare la confusione.