Excelsior PDF

All’interno del Grand Hotel Excelsior si sviluppano le storie di alcuni personaggi. Egisto Costanzi, vedovo, fa il cameriere nell’hotel, ma vergognandosi della sua condizione fa credere alla figlia Adelina, la quale studia in un collegio a Ginevra in Svizzera, di essere un ricco uomo d’affari che in quel momento excelsior PDF all’albergo.


Författare: Gianni Barbacetto.

Tra i clienti dell’hotel c’è pure il grande “Mago di Segrate”, mago “casereccio”, comunque dotato di grandi poteri paranormali. Riesce, infatti, a prevedere che l’Ing. Binotti dovrà urgentemente recarsi a Sydney prima che questi riceva la telefonata, riesce, prima dell’incontro, a predire al pugile Pericle Coccia la sua sconfitta sul ring leggendo il suo guantone. Il film si chiude coi 4 protagonisti che interpretano i vari componenti della Filarmonica di Boston in un surreale concerto. Il film è stato girato a Stresa, presso l’Hotel Regina Palace. Questa sezione contiene curiosità da riorganizzare.

In un breve cameo appare anche la moglie di Adriano Celentano, Claudia Mori. Racconta Pipolo che Carlo Verdone era solito portarsi dietro una strana valigia dal contenuto misterioso, che si scoprì contenere medicinali vari quando finalmente l’aprì per dare un’aspirina ad Adriano Celentano afflitto dal mal di testa. La vicenda del personaggio di Montesano è ispirata al film Totòtruffa 62, film scritto proprio da Castellano e Pipolo, in cui Totò ha anch’egli una figlia in collegio a cui nasconde la sua vera attività. La Stazione di Stresa nella quale il cameriere Egisto accompagna la figlia che deve ritornare in Collegio in Svizzera è diversa da quella che appare nel film.

Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 26 nov 2018 alle 13:39. Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. Ballo Excelsior è un “gran ballo” mimico di Luigi Manzotti su musica di Romualdo Marenco, la cui prima avvenne al Teatro alla Scala di Milano l’11 gennaio 1881. Realizzato secondo la formula del “ballo grande italiano” e denominato “azione coreografica, storica, allegorica in 6 parti e 11 quadri”, lo spettacolo è basato sull’idea, dominante nella società di fine Ottocento, del trionfo della scienza. In scena il dispiego di mezzi è imponente: composto da undici quadri, ricco di effetti speciali, si avvale di un corpo di ballo costituito da quattrocentocinquanta elementi.