Giovanni Paolo II e Roma PDF

Mappa dei 15 Municipi di Roma, come da delibera n. I Municipi di Roma giovanni Paolo II e Roma PDF la suddivisione amministrativa del territorio di Roma Capitale, in attuazione degli obiettivi di decentramento dei poteri stabiliti per legge. Ciascun municipio ha un presidente, scelto con elezione diretta e una Giunta del Municipio, formata da sei assessori, di cui uno con funzioni di vicepresidente, nominati dal presidente stesso. Circoscrizioni, sono state aggiunte altre competenze, tra cui quella sullo sviluppo economico e quella sull’edilizia privata di interesse locale.


Författare: .

La città di Roma ha rappresentato una delle presenze più significativa all’interno del percorso di vita di Giovanni Paolo II: dagli anni della formazione di Karol Wojtyla presso l’Angelicum (1946-1948) fino alla partecipazione al Concilio Vaticano II, dalle elezioni al pontificato fino alla sua morte. Lo stesso pontefice ha riassunto questa esperienza in un motto “Imparare Roma”: da una parte era presente la costante volontà di recuperare la secolare tradizione della chiesa di Roma, dall’altra c’era l’impegno di testimoniare una città in continua trasformazione, dei giovani, degli ammalati, degli emarginati. La storia dell’incontro del pontefice con Roma viene raccontata in questo volume con foto, cimeli e documenti e brani dei suoi scritti e dei suoi discorsi. Un insieme che costituisce un ritratto fedele, e spesso del tutto inedito, dello sguardo del pontefice verso la Città Eterna.

In base allo Statuto di Roma Capitale, con delibera n. 8 del 7 marzo 2013 il territorio è articolato in 15 municipi, i cui confini sono stabiliti con la delibera n. I municipi sono a loro volta suddivisi in 155 zone urbanistiche a fini statistici e di pianificazione e gestione del territorio. Nel 1972, con la deliberazione n. 25 del 6 marzo 1992, si costituisce il comune di Fiumicino sul territorio della Circoscrizione XIV, comprendente le seguenti zone dell’Agro Romano: Z. Con delibera del Consiglio Comunale n. 10 del 18 gennaio e 8 febbraio 1999 viene approvato il Regolamento del decentramento amministrativo, che disciplina l’organizzazione le funzioni delle Circoscrizioni in cui è articolato il territorio comunale.

Lo Statuto comunale, approvato dal Consiglio Comunale con delibera n. Successivamente lo stesso Consiglio Comunale, con delibera n. A seguito delle modifiche statutarie, le Circoscrizioni del Comune di Roma sono costituite in Municipi, per rappresentare le rispettive comunità, curarne gli interessi e promuoverne lo sviluppo nell’ambito dell’unità del Comune di Roma. Ciascun Municipio assume una denominazione, che conserva la denominazione di “Roma” alla quale si aggiunge quella caratteristica del proprio territorio. Mappa dei 19 Municipi di Roma, come da delibera n. La numerazione romana da I a XX è mantenuta, comportando l’assenza del Municipio XIV. La tabella mostra la suddivisione amministrativa di Roma Capitale dal 2013, con i dati demografici e la corrispondenza con la suddivisione precedente.