Giurisprudenza di diritto comunitario. Casi scelti PDF

Codice della crisi e dell’insolvenza”, che ha ridisegnato giurisprudenza di diritto comunitario. Casi scelti PDF maniera sostanziale l’istituto. 18 mesi dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.


Författare: Bruno Nascimbene.

Vediamo quindi le regole che sono attualmente in vigore e che regolamenteranno i fallimenti ancora per un po’. Tali limiti possono essere aggiornati ogni tre anni, con decreto del Ministro della Giustizia in base alle variazioni degli indici ISTAT. Il presupposto oggettivo Per quanto riguarda invece il presupposto oggettivo, l’art. Obblighi dell’imprenditore che chiede il fallimento L’art.

12, infine, prevede che nel caso di decesso dell’imprenditore successivo alla dichiarazione di fallimento, la procedura prosegua nei confronti degli eredi, anche con beneficio d’inventario. 2006 ha profondamente inciso, ridimensionato il ruolo del giudice delegato ed attribuendo maggiore autonomia al curatore e al comitato dei creditori. Sulla base del nuovo testo dell’art. Per garantire il contraddittorio tra le parti, il comma 2 dell’art.

7 giorni, prima dell’udienza, per la presentazione di memorie e il deposito di documenti e relazioni tecniche. La sentenza dichiarativa di fallimento Secondo l’art. 83 ha disposto l’introduzione di un nuovo comma e la modifica dell’ultimo dell’art. Effetti nei riguardi dei creditori Gli effetti del fallimento nei riguardi dei creditori sono disciplinati dall’art. 180 ha attribuito l’esercizio delle azioni di revoca degli atti compiuti in frode dei creditori ai commissari speciali, se nominati, o a un soggetto designato dalla Banca d’Italia. Gli atti a titolo oneroso, i pagamenti e le garanzie, salvo che l’altra parte provi che non conosceva lo stato di insolvenza del debitore, sono invece revocati. La mini riforma realizzata con il d.

L’autorizzazione di cui al quinto comma dell’articolo 104-bis del regio decreto 16 marzo 1942, n. Esaminate le scritture contabili, gli atti e le notizie della procedura, il curatore, ai sensi dell’art. All’udienza, il giudice delegato decide su ciascuna domanda nei limiti delle conclusioni formulate e avuto riguardo alle eccezioni del curatore, oltre a quelle rilevabili d’ufficio e a quelle formulate agli altri interessati, potendo anche sentire il fallito, su sua richiesta. Per quanto concerne la liquidazione dell’attivo, l’art. 104-ter ha subito importanti modifiche da parte dei seguenti provvedimenti legislativi: d. Il curatore, fatto salvo quanto previsto dall’art.