I piani alti di Mosca PDF

Questa voce o sezione sull’I piani alti di Mosca PDF grattacieli non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. Questa lista dei grattacieli più alti d’Europa elenca gli edifici europei con altezza di almeno 160 metri. La lista include solo gli edifici ultimati o in corso di costruzione, ma che hanno già raggiunto la massima altezza strutturale.


Författare: Vasilij Aksenov.

Mosca, primi anni Cinquanta. In uno dei ciclopici palazzi fatti costruire da Stalin per rivaleggiarecon i grattacieli americani, vive l’élite della società sovietica, privilegiati lontani dalle difficoltà dellagente comune. Fra loro la bellissima e brillante Glika Novotkannaja, figlia diciottenne di unoscienziato impegnato nel progetto della bomba atomica; il poeta-soldato Kirill Smel’c?akov, beniaminodelle folle nonché agente del KGB e amico personale del dittatore, con cui conversa nottetempoper telefono bevendo cognac; e un misterioso ammiraglio e pilota, ex esploratore polare ed eroe diguerra, amico di Smel’c?akov, che si fa chiamare di volta in volta con nomi esotici come George Mokkinakkio Stuurman Esterhazy. I tre sono i protagonisti di un bizzarro triangolo amoroso. SeSmel’c?akov è per Glika l’«eterno fidanzato», che ispira un amore ideale e «neoplatonico», modellatosulla filosofia di Vladimir Solov’ev e la poesia di Aleksandr Blok, Mokkinakki rappresenta invece lascoperta dell’eros, dell’avventura.Ma la rivalità fra i due amici-nemici va oltre il duello per la definitiva conquista del cuore di Glika.Mokkinakki, infatti, è segretamente impegnato a organizzare la presa del Cremlino per conto delmaresciallo Tito, proprio mentre Stalin, ormai avviato verso la demenza senile, sta progettando unosbarco, guidato da Smel’c?akov, sull’isola di Brioni.Accanto ai tre protagonisti del conflitto amoroso e della vicenda picaresco-fantapolitica, agisce ungruppo di giovani che non si riconoscono negli ideali dello stalinismo, vestono in maniera stravagantee coltivano una comune passione per la semiproibita musica jazz.

Alcuni appassionati di grattacieli preferiscono questa misura, sostenendo che le estensioni possono essere considerate “architettoniche” o meno secondo criteri soggettivi. Questa lista riportata i grattacieli europei in corso di costruzione che raggiungeranno secondo il progetto un’altezza di almeno 160 metri. Diversi edifici industriali in Europa hanno un’altezza maggiore di 150 metri. Le ciminiere sono incluse sia quando sono situate sul tetto dell’edificio che quando hanno proprie strutture separate. Questa voce o sezione sull’argomento battaglie non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. 000 nella fase difensiva fino al 5. 000 nella fase fino al 7.

Gruppo d’armate Centro, il feldmaresciallo Fedor von Bock, che, al momento dell’attacco, disponeva di una forza di circa 1. 000 uomini e di circa 1. Di fronte all’Heeresgruppe Mitte che si preparava all’offensiva furono disposti a difesa della capitale sovietica circa 1. Le forze a disposizione di von Bock erano consistenti ed il morale delle truppe era alto ma i problemi legati agli armamenti, agli equipaggiamenti ed alla logistica cominciavano a farsi sentire: i tedeschi alla fine di settembre avevano già sofferto oltre 530. Il giorno 30 settembre prese il via l’attacco, ricalcando le modalità già utilizzate durante l’offensiva estiva: le artiglierie iniziarono un intenso fuoco di sbarramento, la Luftwaffe effettuò un grande numero di sortite con lo scopo di disperdere i concentramenti delle truppe sovietiche ed ancora una volta esse furono colte di sorpresa dall’intensità dell’attacco tedesco. Il 3 ottobre, esattamente due giorni dopo la conclusione del vertice sovietico-anglo-americano circa la fornitura di aiuti urgenti all’Unione Sovietica, Hitler annunciò al popolo tedesco l’inizio di una “grande offensiva sul fronte orientale” e, mentre i tre gruppi corazzati si facevano velocemente strada tra le linee sovietiche che stavano cominciando a sfaldarsi, la 2ª armata di fanteria avanzava verso Brjansk. I combattimenti all’interno delle due grandi sacche si protrassero per alcuni giorni e la definitiva capitolazione delle forze accerchiate avvenne il 17 ottobre a Vjaz’ma ed il 25 ottobre a Brjansk: nelle due battaglie furono catturati circa 670.

000 soldati, l’equivalente di 45 divisioni, 1. 200 carri armati furono catturati o distrutti, insieme a 4. L’approssimarsi delle truppe tedesche indusse Stalin a mettere in atto la strategia per la difesa della città, mobilitando circa 500. 000 persone, tra uomini e donne, per approntare una “cintura” fortificata: furono scavati 8.

000 chilometri di trincee e 100 chilometri di fossati anticarro e furono piazzati circa 300 chilometri di reticolati ed un grande numero di sbarramenti di tronchi. L’Armata Rossa lanciò contemporaneamente contro il fronte tedesco 16 armate più due corpi di cavalleria della guardia: il saliente di Klin che minacciava la capitale da nord, settore tenuto dal III e dal IV gruppo corazzato, appoggiati dalla 9ª armata di fanteria, fu attaccato da 8 armate, mentre il settore sud, che andava da Kaluga ad Orel, tenuto dalla 2ª armata corazzata e dalla 2ª e 4ª armata di fanteria, fu investito da 8 armate e dai due corpi di cavalleria. A nord di Mosca la 9ª armata tedesca stava cercando, attraverso piccoli ripiegamenti, di contenere l’avanzata della 22ª armata sovietica, comandata dal generale V. Il 6 gennaio 1942 i reparti avanzati dell’11ª armata sovietica, comandata dal generale V. Lo stesso argomento in dettaglio: Battaglia di Ržev.