I segreti nel ghiaccio PDF

1997 diretto da Ang Lee, tratto dall’omonimo romanzo di Rick Moody del 1994. Presentato in concorso al 50º Festival di Cannes, ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura. Dopo un fallito tentativo di approccio sessuale con Sandy, Wendy riesce con Mikey ma viene scoperta dal padre. Wendy si reca a casa dei Carver per riprovare con Mikey, ma I segreti nel ghiaccio PDF lo trova poiché è uscito di casa nonostante fuori sia in corso una tempesta di ghiaccio.


Författare: Alberto Marconcini.

La trama si sviluppa tra avventure ed enigmi da risolvere, in realtà la vicenda è solo l’uscio attraverso il quale l’autore introduce temi attuali: il riscaldamento globale, l’incapacità di vivere una vita sostenibile ed equilibrata. Infatti un frammento arcaico e divinatorio è un enigma che, quando risolto, porterà ad una sconvolgente verità. Dentro questo enigma si cela un segreto inquietante, un conto alla rovescia… verso la fine del mondo…

Wendy riesca a sedurlo, i due si addormentano. Paul se ne va prendendo il treno. Durante la tempesta, Mikey nota quanto sono belli gli alberi ed i campi coperti di ghiaccio ma mentre cammina, scivola su una collina ghiacciata e poi si siede su un guard-rail per riposare ma ad un tratto un fulmine colpisce un albero che crolla sul guard-rail e provoca una scossa elettrica su Mikey che resta folgorato e ucciso. Intanto, l’alba si avvicina e, a causa di un albero abbattuto, Jim ed Elena restano bloccati e si recano a casa di lui dove Elena scopre Wendy senza vestiti e a letto con Sandy che le ordina di rivestirsi mentre arriva anche Janey che si sdraia sul letto senza nemmeno togliersi i vestiti della festa. Ben, che aveva passato il resto della serata in bagno, si rimette in macchina per tornare a casa ma scopre il corpo di Mikey per la strada e lo riporta alla casa dei familiari. Mentre Jim e Sandy cadono in disperazione, Janey resta a letto senza preoccuparsi di niente.

Qualche ora dopo, Ben, Elena e Wendy si dirigono alla stazione dei treni per prendere Paul, poiché la tempesta ha fatto fermare il treno. URL consultato il 2 luglio 2011. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 1 feb 2019 alle 10:09. Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. X-Men, di cui fa ancora parte.

I suoi poteri si manifestarono la prima volta durante un appuntamento con una ragazza, Judy Harmony, mentre un bullo tentava di soffiargliela. Drake cercò di fermarlo mentre questi stava per picchiarlo e così gli trasformò la mano in ghiaccio. Più tardi lo sceriffo lo salvò da una folla inferocita, e decise di portarlo in prigione per la sua sicurezza. Dopo un po’ Scott Summers lo contattò per offrirgli di andare con lui al sicuro ma Bobby rifiutò, e questo diede inizio a una piccola battaglia a cui Charles Xavier pose fine. Così Drake fu scelto dal Professor X per formare la prima squadra di X-Men, e per essere addestrato nell’uso dei suoi poteri.

Quando gli X-Men vennero sconfitti da Krakoa, furono salvati da una nuova squadra di X-Men, tra cui Tempesta e Wolverine. Vista la presenza di questa nuova squadra, Bobby fu tra quelli che abbandonarono la Scuola di Xavier. Nell’albo 40 di All-New X-Men, Bobby Drake rivela la propria omosessualità. I membri originali degli X-Men si riunirono col ritorno in vita di Jean Grey e, sotto le mentite spoglie di cacciatori di mutanti, aiutarono i giovani mutanti a usare i loro poteri e a condurre una vita senza essere perseguitati. Durante questo periodo il dio asgardiano Loki, lo rapì e aumentò i poteri del mutante nella speranza di usarli contro i giganti di ghiaccio. Più tardi imparò a controllare meglio i suoi poteri e iniziò una relazione con Opal Tanaka, ma lei fuggì dopo una e-mail minacciosa e impedì a Bobby di aiutarla. Dopo la saga dell’Isola di Muir, tornò con gli X-Men.

Tornato con gli X-Men entrò nel team comandato da Tempesta e venne aiutato da Emma Frost che gli mostrò il pieno potenziale dei suoi poteri. Lasciò momentaneamente il gruppo per prendersi cura del padre, selvaggiamente pestato dagli scagnozzi del mutantofobo Graydon Creed. In seguito andò a Tokyo per accorrere in aiuto di Opal, e qui scoprì di avere avuto un figlio da lei. Quel bambino era trattenuto in ostaggio da uno scienziato che stava sperimentando tecniche di trapianto degli organi mutanti negli uomini. Bobby riuscì a salvarlo, ma Opal gli rivelò che il bambino non era suo. Lo stesso argomento in dettaglio: Decimation. Dopo che Wanda Maximoff giocò con la realtà molti mutanti persero i loro poteri.

Bobby sembrava uno di questi ma alla fine riuscì a riacquistare le forze grazie all’aiuto di Emma Frost. L’Uomo Ghiaccio è considerato un mutante di livello omega, ciò significa che rientra nel ristretto numero dei mutanti che possiedono le maggiori potenzialità, capaci cioè di intervenire con i propri poteri ad alterare la realtà, al livello delle leggi basilari della materia. L’Uomo Ghiaccio è nella sostanza un criocineta, capace cioè di manipolare psionicamente le basse temperature nell’ambiente che lo circonda, sfruttando a proprio vantaggio le fonti di umidità lì presenti. Solitamente Bobby Drake utilizza i suoi poteri su una scala abbastanza ridotta ed è specializzato nell’assorbire l’umidità circostante per generare ghiaccio. Quando la sua temperatura corporea cade, l’umidità dell’aria circostante, in contatto con il suo corpo, scende allo stesso livello, formando uno strato di brina che lo ricopre interamente, mascherando quindi le sue fattezze. Nei primi tempi perciò l’Uomo Ghiaccio appariva come un uomo ricoperto di brina o di neve, di colore bianco.

In realtà se Bobby volesse, potrebbe utilizzare i suoi poteri su una scala molto più vasta, come ha mostrato alcune volte: ad esempio quando è stato manipolato mentalmente da un frammento di Apocalisse ad usare al massimo la sua potenza, l’Uomo Ghiaccio ha minacciato di ricoprire l’intero emisfero nord sotto una calotta di ghiaccio, quasi a voler provocare nuovamente un’altra era glaciale. In una occasione ha mostrato la capacità di fermare un ordigno atomico pronto ad esplodere, congelando a livello sub molecolare la reazione a catena. In un’altra è riuscito a tenere imprigionato con successo dentro un blocco di ghiaccio e per un congruo periodo il potentissimo Hulk. Date queste sue caratteristiche basilari, l’Uomo Ghiaccio può risultare invece vulnerabile al fuoco ed al calore, inoltre in un ambiente con scarsa umidità, i suoi poteri vengono limitati. In condizioni normali può utilizzare i suoi poteri per circa cinque ore prima di rimanere esausto. Lo stesso argomento in dettaglio: Ultimate X-Men. La versione Ultimate dell’Uomo Ghiaccio è stata creata da Mark Millar ed Andy Kubert per la collana Ultimate X-Men, anche se non differisce di molto dalla versione classica.

Nell’universo Amalgam l’Uomo Ghiaccio è fuso con la norvegese Ice dell’universo DC per formare un membro della JLX, chiamato Iceberg. Il Bobby Drake di questa realtà alternativa ha mostrato di essere malvagio, rispetto alla sua controparte presente nel normale universo Marvel della terra 616. Questo Uomo Ghiaccio ha mostrato per primo le enormi capacità legate alla sua mutazione. L’Uomo Ghiaccio è uno dei tre protagonisti della serie animata L’Uomo Ragno e i suoi fantastici amici, doppiato in originale da Frank Walker.