Il commercio elettronico. Aspetti giuridici e regime fiscale. Con CD-ROM PDF

Un sistema esperto in materia di il commercio elettronico. Aspetti giuridici e regime fiscale. Con CD-ROM PDF personale consensuale tra coniugi . La legimatica e i sistemi esperti in materia di aiuto al drafting legislativo .


Författare: Benedetto Santacroce.

Il volume è una guida completa sul commercio elettronico, di cui in particolare esamina il regime fiscale, concentrandosi principalmente sull’IVA, ma non trascurando le altre problematiche relative alla fiscalità diretta. Le fattispecie più complesse sono sintetizzate in tabelle di agevole consultazione ed illustrate con esempi. Un interessante capitolo è dedicato alla fatturazione ed archiviazione elettronica, una possibilità che offre numerosi vantaggi sia economici che organizzativi. Gli autori analizzano quindi le implicazioni fiscali collegate ai principali contratti del commercio elettronico, come i contratti di housing e di hosting, ma anche alle forme contrattuali già esistenti adattate alle transazioni on-line, come la compravendita. Fra i casi operativi, è ripercorso l’iter fiscale di una vendita via internet. Chiude l’opera un capitolo dedicato all’avvio di un’attività di e-commerce: costituzione, primi adempimenti e suggerimenti operativi per il posizionamento sul web. L’edizione è aggiornata con: i nuovi principi di territorialità dell’Iva introdotti dal D.Lgs. 31 marzo 2015, n. 42, che ha dato attuazione alla Direttiva n. 112/2006/Ce, modificando gli artt. 7-sexies e 7-septies del D.P.R. 633/1972; le novità del Portale MOSS (“Mini One Stop Shop”) con cui i soggetti che prestano servizi di telecomunicazione e teleradiodiffusione (TBE) a favore di consumatori finali europei (B2C) possono assolvere gli obblighi in materia di IVA.

L’impiego dell’informatica nelle inchieste penali . L’informatica giudiziaria amministrativa e l’informatica giudiziaria decisionale . L’ultima delle funzioni qui indicate era sentita come particolarmente importante nei sistemi di Common law, dove il precedente è vincolante. HOLMES, Collected Legal Papers, 1921, p. SEAGLE, The Quest for Law, New York, 1941, p. Hermann Kartorowicz, il quale osservava che, allora, la funzione delle facoltà giuridiche avrebbe dovuto essere quella to train men like Mr. Così, negli USA, già a partire dal 1964 si creò un Law Research Service dotato di un potente elaboratore elettronico nel quale vennero inseriti precedenti giurisprudenziali e che poteva essere interrogato anche a distanza con terminali collegati a mezzo cavi telefonici.

Ciò nonostante l’utilità dell’informatica giuridica, sia a livello teorico che pratico, è più che evidente, come vedremo nel corso di queste lezioni. In effetti, il termine ormai comunemente accettato da noi per definire lo studio delle applicazioni informatiche alle scienze giuridiche è quello di informatica giuridica . Noi giuristi siamo sempre alla ricerca, per effetto delle nostre deformazioni mentali, di un preciso dato normativo al fine di reperire la definizione di un determinato istituto giuridico. Notevole è quindi l’imbarazzo con il quale affrontiamo la questione della definizione dell’informatica giuridica, concetto che non viene certo fornito a livello legislativo. Se andiamo alle origini di questa disciplina scopriamo che, per esempio, lo stesso suo fondatore ha sempre insistito sul carattere empirico della giurimetria. TADDEI ELMI, Corso di informatica giuridica, cit.

TADDEI ELMI, Corso di informatica giuridica, Napoli, 2000, p. In ogni caso in questo corso non tratteremo questi aspetti, occupandoci soltanto profili più prettamente applicativi dell’informatica giuridica riferita alle ricerche di interesse giuridico presso gli archivi del C. BIN e LUCCHI, Informatica per le scienze giuridiche, Padova, 2002, p. Al riguardo esiste anche un preciso dato normativo in proposito: art.

Più di recente è intervenuta la disciplina di cui al d. Alle banche dati fattuali verrà invece dedicato un cenno nella parte della presente trattazione relativa all’informatica giudiziaria. Come si è visto l’informatica giuridica documentale tende a organizzare, catalogare e raccogliere dati e a fornire informazioni su di essi in risposta a domande fornite dall’utente. Prima di illustrare questi esempi occorre però chiarire che cosa siano i sistemi esperti. Più esattamente, si tratta di meccanismi diretti alla riproduzione di attività intellettuali proprie dell’uomo in macchine automatiche ed, in particolare, per il reperimento intelligente di una documentazione, parere, consulenza o decisione oltre che per la produzione di un documento amministrativo, giudiziario o professionale o di ausilio della decisione. Mentre in quest’ultima è l’operatore che pone interrogazioni al sistema informatizzato, nei sistemi esperti è il calcolatore che interroga l’operatore e che, sulla base delle sue risposte, sfrutta le conoscenze di cui dispone nelle sue banche dati.

Word per Windows, così come di ogni altro importante programma di trattamento testi. Una volta terminata la redazione del testo da noi elaborato, possiamo infatti sottoporlo al controllo di questo particolare sistema esperto. Un sistema esperto in materia di separazione personale consensuale tra coniugi. Il professionista tenterà di raggiungere una soluzione consensuale sulla base di un canovaccio tratto dalla sua esperienza e che costituisce la base dell’intesa di separazione consensuale. E’ chiaro, però, che il canovaccio va adattato in base alle particolarità del caso concreto ed arricchito dei peculiari elementi di specialità apportati dalle vicede personali e patrimoniali di quella coppia in crisi. Alcuni cenni potranno farsi ora ad altri sistemi esperti legali. In Italia oggi vi sono già ottimi sistemi esperti legali.

Indici ISTAT sul costo della vita: cfr. Si potranno poi ancora ricordare svariati sistemi esperti per la gestione degli studi legali. Una menzione merita infine, per ciò che attiene all’elaborazione di un programma esperto di aiuto nella redazione ed archiviazione delle sentenze, il c. Esso consiste nella memorizzazione informatica del testo integrale di tutte le sentenze emesse dal Tribunale di Bologna, consultabili per via telematica da magistrati e avvocati. POLIS” intende creare un sistema di ausilio alla produzione e consultazione della giurisprudenza di ogni ufficio giudiziario, un sistema di “editing” delle produzioni giurisprudenziali degli uffici.

Rappresenta il primo tentativo di sviluppo di un software per la scrittura degli atti e di provvedimenti del magistrato per assisterne la fase della decisione. Con queste ultime considerazioni si viene a toccare il tema dell’informatica c. Non è questa la sede per ripercorrere la tormentata storia dell’informatizzazione degli uffici giudiziari italiani. Settanta e per vari lustri in una situazione di quasi-monopolio di fatto dal C. TADDEI ELMI, Corso di informatica giuridica , Napoli, 2000, p.

Il processo viene gestito con l’ausilio dell’elaboratore nel quale vengono memorizzati, sotto forma di dati codificabili, tutti gli atti che corrispondono ad attività strutturate. L’argomento delle banche dati fattuali verrà approfondito nel secondo capitolo del presente corso. Si tratta sempre più spesso di materiali che vengono a formare chili e chili di documentazione, assolutamente ingestibile con strumenti diversi dal computer. L’esempio che amo riportare in questo caso è tratto dal racconto di un collega, sostituto a Roma, il quale stava indagando nei confronti di un soggetto sospettato di trafficare in sostanze stupefacenti, ma che svolgeva anche un’attività di copertura. A questo punto fu estremamente agevole, proprio tramite il programma di data retrieval, individuare immediatamente in quali dati e nelle conversazioni con quali utenze telefoniche e con quali persone ricorreva il termine materassi, per circoscrivere immediatamente l’imponente materiale a disposizione a quei documenti necessari ad incriminare il trafficante ed i suoi complici. L’informatica giudiziaria amministrativa e l’informatica giudiziaria decisionale. La sostituzione di tutti i registri cartacei di un grande ufficio con una sola banca dati permetterà di memorizzare i dati una volta sola e di elaborarli, ossia ricercarli, trascriverli, contabilizzarli, comunicarli automaticamente ed a distanza attraverso i terminali, tutte le volte necessarie.