Il fascino e la funzione. Il ponte della Maddalena detto «del diavolo» PDF

Antichi libri rilegati ed usurati il fascino e la funzione. Il ponte della Maddalena detto «del diavolo» PDF biblioteca del Merton College a Oxford. Un libro è costituito da un insieme di fogli, stampati oppure manoscritti, delle stesse dimensioni, rilegati insieme in un certo ordine e racchiusi da una copertina. Il libro è il veicolo più diffuso del sapere.


Författare: Natale Gucci.

Fra le costruzioni del medioevo apparentemente così ardite che “solo il diavolo può sostenerle”, il Ponte della Maddalena a Borgo a Mozzano in quel di Lucca è forse la più notevole. È una fra le tante opere che l’uomo ha realizzato per soddisfare le sue necessità di spostamento e di trasporto con l’intento di ridurre la fatica del viaggiare e utilizzando le conoscenze via via acquisite nell’arte del costruire. Quest’opera ha però una sua singolarità che le conferisce un fascino intrinseco che il tempo ha accentuato lasciando i suoi segni senza deturpare le forme. La singolarità è dovuta alla particolare orografia del letto del fiume Serchio e, probabilmente, anche alla navigabilità, che hanno condizionato gli appoggi e quindi il ritmo e la luce delle arcate fino a raggiungere, con “diabolica” arditezza, il limite possibile al tempo. Le opportunità di appoggio sull’alveo, la navigabilità e la resistenza alle piene hanno quindi guidato l’uso degli archi di pietra verso un ponte la cui forma è del tutto inconsueta, ma perfettamente armonizzata con il paesaggio, tanto da conferirgli quella particolare attrattiva che è sempre andata al di là della semplice seduzione dell’antico.

L’insieme delle opere stampate, inclusi i libri, è detto letteratura. I libri sono pertanto opere letterarie. Un negozio che vende libri è detto libreria, termine che in italiano indica anche il mobile usato per conservare i libri. La biblioteca è il luogo usato per conservare e consultare i libri. La parola italiana libro deriva dal latino liber.

Livelli di produzione libraria europea dal 500 al 1800. L’evento chiave fu l’invenzione della stampa a caratteri mobili di Gutenberg nel XV secolo. La storia del libro segue una serie di innovazioni tecnologiche che hanno migliorato la qualità di conservazione del testo e l’accesso alle informazioni, la portabilità e il costo di produzione. Essa è strettamente legata alle contingenze economiche e politiche nella storia delle idee e delle religioni. Dall’invenzione nel 1456 della stampa a caratteri mobili di Gutenberg, per più di quattro secoli l’unico vero medium di massa è stata la parola stampata. La scrittura è la condizione per l’esistenza del testo e del libro.

La scrittura, un sistema di segni durevoli che permette di trasmettere e conservare le informazioni, ha cominciato a svilupparsi tra il VII e il IV millennio a. Quando i sistemi di scrittura furono inventati furono utilizzati quei materiali che permettevano la registrazione di informazioni sotto forma scritta: pietra, argilla, corteccia d’albero, lamiere di metallo. Lo studio di queste iscrizioni è conosciuto come epigrafia. Una tavoletta può esser definita come un mezzo fisicamente robusto adatto al trasporto e alla scrittura.