Il giardino dei fiori d’asfalto PDF

Il Parco Nord Milano è stato realizzato inizialmente sulle aree dismesse, subito dopo la guerra, della Breda Aeronautica. La sua ideazione risale alla fine degli anni sessanta e nel 1970 è classificato da un decreto prefettizio come “parco di il giardino dei fiori d’asfalto PDF pubblico”, ma è solo nel 1975 che viene riconosciuto dalla Regione Lombardia come parco regionale. I primi rimboschimenti, oramai diventati veri e propri boschi con piante di un’età media di 25 anni, sono il simbolo del lavoro intrapreso, del recente passato, di una scommessa vinta.


Författare: Alessandra Pierattelli.

Due clown decidono di insegnare ai bambini Rom le arti circensi: scommettono che la fantasia può trasformare i cortili più squallidi della periferia di Milano in “giardini di fiori d’asfalto”. E la magia accade. Lontano dalla strada i bambini hanno una seconda chance e s’inventano una loro vita come acrobati, giocolieri, clown, domatori… La trasformazione è incredibile e finisce con il coinvolgere anche gli altri ragazzi del quartiere. Fino a quando si presenta anche la grande occasione: un vero tendone da circo per allenarsi e dare spettacolo alla città intera. Una storia dove la fantasia dei bambini ha la meglio sul cinismo e i pregiudizi degli adulti.

Il Parco Nord così si è trovato a partire dalla fine degli anni novanta per la prima volta, a dover gestire problemi di tipo agroforestale. Il Parco Nord Milano attualmente può contare su oltre 350 ettari di verde, suddivisi in zone boschive, radure, filari, macchie arbustive, siepi e piccoli specchi d’acqua. Il parco continua a espandersi e a crescere, sia in superficie sia nel patrimonio arboreo. La gestione e manutenzione del verde e la vivaistica pongono problemi di scala nuovi cui sono state date soluzioni tecnologicamente avanzate, come i rilievi satellitari. Nel gennaio 2011, nel settore nord si sono aperti i cantieri per la costruzione del primo lago del parco, terminatima poi nel 2015 con il nome di Lago di Niguarda. Sulla montagnetta c’è una struttura in cemento e legno, denominata teatrino e utilizzata per varie manifestazioni. Sulla collinetta raggiungibile dall’ingresso in via Giancarlo Clerici è collocato il Monumento al Deportato, un’opera scultorea del 1998 progettata dallo studio BBPR dell’architetto Lodovico Barbiano di Belgiojoso, ex deportato, e dell’architetto Alberico Barbiano di Belgioso, suo figlio.

Fra gli alberi, diverse sono le specie presenti all’interno del Parco, distinguibili fra quelle impiegate nei vari rimboschimenti, susseguitisi a partire dal 1983, e quelle impiegate nei cannocchiali prospettici e nei filari ornamentali. Fra gli arbusti selvatici impiegati nelle operazioni di rimboschimento sono state privilegiate specie che hanno visto negli ultimi tempi contrarsi sensibilmente il livello di diffusione, divenendo sempre più rare, in quanto scarsamente utilizzate dall’uomo. Sono localizzate aree attrezzate per i gioco dei bambini e le attività degli adulti: campi da bocce, da calcio, da basket e pallavolo. Il Parco Nord Milano risulta ben servito dalla rete di trasporto pubblico gestita dall’ATM e da Trenord. 31 per Cinisello, che fa varie fermate costeggiando i confini del parco. Inoltre anche le seguenti linee automobilistiche servono le varie zone del parco: 40, 41, 52, 70, 83, 166, 702, 708, 713, 727, 728 e 783.

URL consultato il 20 febbraio 2011. Milano, Franco Maria Ricci Editore, 1997. Segrate, Milano, Roland ed Elfie E. URL consultato il 13 gennaio 2011.

URL consultato il 28 gennaio 2011. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 12 mar 2019 alle 12:32. Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. Antichi libri rilegati ed usurati nella biblioteca del Merton College a Oxford. Un libro è costituito da un insieme di fogli, stampati oppure manoscritti, delle stesse dimensioni, rilegati insieme in un certo ordine e racchiusi da una copertina. Il libro è il veicolo più diffuso del sapere.

L’insieme delle opere stampate, inclusi i libri, è detto letteratura. I libri sono pertanto opere letterarie. Un negozio che vende libri è detto libreria, termine che in italiano indica anche il mobile usato per conservare i libri. La biblioteca è il luogo usato per conservare e consultare i libri. La parola italiana libro deriva dal latino liber.

Livelli di produzione libraria europea dal 500 al 1800. L’evento chiave fu l’invenzione della stampa a caratteri mobili di Gutenberg nel XV secolo. La storia del libro segue una serie di innovazioni tecnologiche che hanno migliorato la qualità di conservazione del testo e l’accesso alle informazioni, la portabilità e il costo di produzione. Essa è strettamente legata alle contingenze economiche e politiche nella storia delle idee e delle religioni. Dall’invenzione nel 1456 della stampa a caratteri mobili di Gutenberg, per più di quattro secoli l’unico vero medium di massa è stata la parola stampata. La scrittura è la condizione per l’esistenza del testo e del libro.