Il Regno e la Gloria Vol. 2/2 PDF

Exsurgat Deus et dissipentur inimici ejus: et fugiant qui oderunt eum a facie ejus. Sicut deficit fumus, deficiant: sicut fluit cera a facie ignis, sic pereant peccatores a facie Il Regno e la Gloria Vol. 2/2 PDF. Judica, Domine, nocentes me: expugna impugnantes me. Come si disperde il fumo, tu li disperdi, come fonde la cera di fronte al fuoco, periscano gli empi davanti a Dio.


Författare: Giorgio Agamben.

Dalla teologia cristiana derivano due paradigmi politici in senso lato, antinomici ma funzionalmente connessi: la teologia politica, che fonda nell’unico Dio la trascendenza del potere sovrano, e la teologia economica, che sostituisce a questa l’idea di una “oikonomia” concepita come un ordine immanente – domestico e non politico in senso stretto – tanto della vita divina quanto di quella umana. Dal primo, derivano la filosofia politica e la teoria moderna della sovranità; dal secondo, la biopolitica moderna fino all’attuale trionfo dell’economia e del governo su ogni altro aspetto della vita sociale”. Con quest’opera, qui riproposta con un inedito apparato iconografico, l’indagine sulla genealogia del potere iniziata da Agamben con “Homo sacer” giunge a uno snodo decisivo. Il potere moderno – mostra Agamben non è soltanto “governo”, ma anche “gloria” e gli aspetti cerimoniali, liturgici e acclamatorii che siamo abituati a considerare come un residuo del passato costituiscono invece tuttora la base del potere occidentale. Attraverso un’analisi affascinante delle acclamazioni liturgiche e dei simboli cerimoniali del potere, dal trono alla corona, dalla porpora ai fasci littori, lo studioso getta una luce nuova sulla funzione del consenso e dei media nelle democrazie moderne. Un libro che rinnova profondamente tutta la nostra visione della politica.

Signore, giudicate chi mi accusa, combattete chi mi combatte. En antiquus inimicus et homicida vehementer erectus est. Adesto itaque, Dux invictissime, populo Dei contra irrumpentes spirituales nequitias, et fac victoriam. Dominus animas redemptorum in superna felicitate locandas.

Vicit Leo de tribu Juda, radix David. Fiat misericordia tua, Domine, super nos. Et clamor meus ad te veniat. Lucifero, il corifeo della superbia, e contro i suoi angeli apostati. Ecco la Croce del Signore, fuggite potenze nemiche. Che la vostra misericordia, Signore, sia su di noi. O Signore, esaudite la mia preghiera.

E il mio grido giunga fino a Voi. Ne reminiscaris Domine delicta nostra, vel parentum nostrorum: neque vindictum sumas de peccatis nostris. Chiesa sia libera nel vostro servizio, noi vi preghiamo. Ora, Signore, ricordatevi di me e guardatemi.