Il sogno PDF

Questa voce o sezione sull’il sogno PDF album pop rock non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. 883, pubblicato il 1º luglio 1995 per l’etichetta Fri Records e primo album del gruppo senza Mauro Repetto. Max Pezzali iniziò ad esibirsi dal vivo nei palazzetti dello sport di tutta Italia. Max Pezzali rispose che si trattava di un omaggio alla continuità: così come era avvenuto per i lavori precedenti, l’album portava il titolo dell’unica canzone “di fantasia” presente fra i vari pezzi.


Författare: Graziella Mancinelli.

Anche questo disco presenta caratteristiche molto simili ai precedenti, ma il lavoro di affinamento iniziato in Nord sud ovest est è decisamente migliorato e perfezionato. Le melodie si fanno più complesse, gli arrangiamenti più ricercati, i testi più articolati. Max Pezzali, questo pezzo affronta esplicitamente il tema della nostalgia dovuta agli anni che passano e del rimpianto per i tempi andati che non torneranno più. In realtà il brano “Gli anni” dura 4:52.

URL consultato il 6 maggio 2011. URL consultato il 16 gennaio 2012. URL consultato il 2 ottobre 2014. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 5 nov 2018 alle 14:48. Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. Il sogno eretico è il quinto album in studio del rapper italiano Caparezza, pubblicato il 1º marzo 2011 dalla Universal Music Group.

I primi due brani sono antitetici. Il primo, tratto dalla romanza Nessun dorma, di Giacomo Puccini, invita metaforicamente i presenti a non dormire e prestare attenzione allo spettacolo. Lo stesso argomento in dettaglio: Chi se ne frega della musica. Il brano critica con ironia il mondo musicale italiano e le sue contraddizioni, a partire dall’interesse smodato per ciò che l’artista fa di extramusicale, per tutto il contorno. Il brano tratta anche del legame tra musica, internet e i fenomeni televisivi.

La canzone, prendendo ad esempio la vicenda di Galileo Galilei, si configura come un’aspra critica alla mancanza di senso critico e alla sottomissione ai dogmi religiosi, politici o sociali, atteggiamenti dei quali la Chiesa cattolica viene presa a simbolo. Il brano si pone a difesa delle personalità rivoluzionarie che hanno cercato di manifestare la propria opinione, ma che sono state condannate come eretici dalla Chiesa. Il 16 gennaio 2012 è stato pubblicato il videoclip del brano, diretto da Calu e che mostra Caparezza nelle segrete di un castello che si aggira con una torcia tentando inutilmente di scappare, venendo infine preso e condannato. Secondo l’autore Cose che non capisco è un pezzo contro tutte le persone che nella vita mi hanno detto che mi faccio troppi problemi.