Io ti voglio PDF

Te voglio bene assaje è una canzone in lingua napoletana composta nell’Ottocento e già cantata dalle massaie napoletane intorno al 1839. Sulla origine della canzone vi sono io ti voglio PDF versioni.


Författare: Irene Cao.

Secondo la più accreditata, il poeta Raffaele Sacco, di professione ottico e frequentatore dei salotti partenopei, scrisse la canzone dedicandola ad un’avvenente signora, con la quale avrebbe avuto una relazione. Secondo tale interpretazione, i versi farebbero riferimento ad una polemica scherzosa sulla presunta doppiezza del poeta e sul mancato matrimonio della donzella. Per quanto riguarda la musica, una certa tradizione la assegna a Gaetano Donizetti, anche se nel 1839 costui era impegnato in altre opere e dall’anno precedente si trovava a Parigi. Per quanto l’origine della canzone sia tuttora oggetto di discussione, è certo che essa ebbe immediatamente un enorme successo, dato che in pochi mesi furono vendute ben 180. 000 copielle, ossia gli spartiti e le parole stampati e distribuiti su foglio.

E un anonimo poeta scrisse salacemente: “Addio mia bella Napoli, fuggo da te lontano. Perché sì strano, tu mi dirai, perché? Perché mi reca nausea quella canzone omai, Ti voglio bene assai e tu non pensi a me! Con l’orchestra di Pippo Barzizza il 25 agosto 1956, è Rino Loddo a lanciarla in Italia, nel corso della trasmissione radiofonica della Rai Sorella Radio, che fu irradiata in diretta nazionale.