JLA. Incubo di una notte di mezza estate PDF

The Brave and the Bold n. La Justice League of America viene pubblicata per la prima volta sulla serie antologica The Brave and The Bold con data di copertina febbraio-marzo jLA. Incubo di una notte di mezza estate PDF. Era consuetudine del periodo sperimentare un nuovo personaggio o una nuova idea su una testata senza personaggi fissi.


Författare: Mark Waid.

I più grandi supereroi dell’universo sono stati privati dei poteri e intrappolati in un mondo di fantasia, senza memorie della loro vita. Superman, Batman, Flash, Wonder Woman, Aquaman, Lanterna Verde e Martian Manhunter sperimentano le vite placide che gli sono sempre state negate. Ma non sanno di essere vittime delle malvagie macchinazioni del Dottor Destiny!

Il ciclo di Fox sul gruppo rimane il più lungo per quanto riguarda le storie consecutive scritte da un singolo autore. Ai disegni viene coadiuvato da Mike Sekowsky, che rimane in questo ruolo quasi per tutti gli albi. Fanno eccezione gli ultimi due che vedono l’inizio dell’epoca di Dick Dillin come disegnatore. Nelle idee degli autori l’arciere Oliver Queen è l’ideale sostituto della figura di Batman all’interno del team.

Nonostante si tratti di un run breve, riesce comunque a lasciare un segno indelebile nelle dinamiche del gruppo e nel tono delle storie. Justice League un respiro più ampio, con saghe che si dipanano in più numeri ed uno status quo ormai sempre in bilico. DC che entro la fine del decennio si trova spodestata dal suo ruolo di casa editrice leader del settore. Mentre il 1970 è comunemente accettato come l’anno d’inizio del periodo bronze age, quello finale può differire a seconda delle analisi di mercato e delle vicende delle singole case editrici. In questo periodo, durante i rituali team-up annuali con la Justice Society di Terr-Due, reintroduce nel Multiverso DC altri personaggi appartenenti a terre parallele.

Gerry Conway, Cary Bates, Elliot S! Maggin, Martin Pasko, Paul Levitz e Steve Englehart. 1978 fino agli eventi della miniserie-evento Crisis on Infinite Earths, pubblicata tra il 1985 e il 1986. Rimane come autore unico della serie fino al n.

In seguito alla scomparsa di Dillin, la DC decide di chiamare un disegnatore già acclamato e di valore quale George Pérez. Dopo Perez viene scelto come disegnatore regolare Don Heck, che rimane dal n. Rich Buckler e Paris Collins per i nn. 216 termina il run di Gerry Conway come scrittore unico della serie, durato 66 albi consecutivi.

DC ha modo di rilanciare tutti i suoi personaggi tramite un processo di retcon con cui si rivede la loro storia, le origini e l’intera continuity. Il redattore responsabile per la nuova serie della Justice League, dopo gli eventi di Crisi sulle terre infinite e Legends, è Andy Helfer che si rivolge come autore dei testi a J. Nonostante i dubbi iniziali la nuova serie, passata alla storia come Justice League International è uno dei più grandi successi editoriali del 1987, totalizza fino a 165. 000 copie vendute per albo, arrivando a superare anche le serie dedicate a Superman. David Micheline e disegnata da Sal Velluto, con una squadra che cambia a seconda delle necessità della missione. La serie è un sequel della serie Justice League Europe che dal n.

A partire dai primi anni novanta la Justice League post-Crisis e i suoi vari spin-off cominciano a risentire di un calo di vendite ed interesse da parte dei lettori e il gruppo storico della DC si ritrova ad affrontare un problema che periodicamente colpisce le diverse incarnazioni della league soprattutto a partire dagli anni settanta. Il successo ottenuto dalla serie JLA, ha legittimato Grant Morrison come autore in grado di gestire serie supereroistiche mainstream, capaci di ottenere buoni ricavi a livello commerciale e in grado di rivolgersi ad un vasto numero di lettori. Dopo la fine del ciclo di Morrison, la DC cerca un nuovo grande scrittore a cui affidare le sorti della serie. La scelta ricade su Mark Waid, dalle cui opere quali Kingdom Come e JLA: Sogno di una notte di mezza estate, si è tratta ispirazione per la nuova serie della Justice League partita nel 1996 con Grant Morrison. Copertina dalla serie spin-off Justice League Elite di Joe Kelly e Doug Mahnke.