La nuova disciplina dell’accertamento e delle verifiche fiscali PDF

Questa voce o sezione sugli argomenti leggi e diritto tributario non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. Lo statuto dei diritti del contribuente o statuto del contribuente indica, nell’ordinamento giuridico la nuova disciplina dell’accertamento e delle verifiche fiscali PDF, una serie di disposizioni normative a tutela dei contribuenti nei confronti del fisco.


Författare: Antoni Giulio G..

Questo volume costituisce un’utile guida operativa alla disciplina dell’accertamento tributario e delle verifiche fiscali, che vengono analizzate sia sotto il profilo sostanziale che sotto quello processuale. La trattazione prende le mosse da una parte introduttiva, nella quale vengono delineati i principali aspetti degli accertamenti con adesione, per addentrarsi poi in una lucida esposizione delle principali tematiche relative alla materia in esame. Peculiare attenzione viene in particolare riservata a materie tra le quali: l’attività di verifica fiscale; l’acquisizione della documentazione e le ispezioni documentali; i controlli fiscali; il rapporto fra le indagini fiscali e il segreto bancario; il processo verbale di constatazione; la definizione delle comunicazioni di irregolarità; la definizione dei processi verbali e la tutela giurisdizionale del contribuente; gli accertamenti bancari; la concentrazione della riscossione; la transazione tributaria prevista dalla legge fallimentare; lo statuto del contribuente; la motivazione nei provvedimenti di accertamento tributario; gli aspetti fiscali nel contratto di reti di imprese. L’opera è arricchita da un’agile appendice che contiene in particolare il testo della Circolare della Agenzia delle Entrate 18 maggio 2011, n. 21/E, la quale ha dettato fondamentali istruzioni in materia di prevenzione e contrasto dell’evasione fiscale.

Le disposizioni sono contenute nella legge 27 luglio 2000, n. 212 recante Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente. La legge 27 luglio 2000, n. 1, comma 1 viene disposto che le disposizioni della presente legge, in attuazione degli artt. 3, 23, 53 e 97 della Costituzione, costituiscono principi generali dell’ordinamento tributario e possono essere derogate o modificate solo espressamente e mai da leggi speciali. Così come avviene nel diritto penale, lo statuto prevede la non retroattività della norma. Viene affermato un principio fondamentale che attiene la prescrizione dei termini.

3 avverte che i termini di prescrizione e di decadenza per gli accertamenti di imposta non possono essere prorogati. La conoscenza degli atti e della semplificazione normativa è contemplata dal successivo art. 6, ai sensi del quale sono poste a carico dell’amministrazione finanziaria diversi obblighi quali la chiarezza degli atti redatti nei confronti del contribuente. A quest’ultimo non possono, in ogni caso, essere richiesti documenti ed informazioni già in possesso dell’amministrazione finanziaria o di altre amministrazioni pubbliche indicate dal contribuente. 7 che prevede la chiarezza e la motivazione degli atti di accertamento pena la nullità dell’atto stesso.