La principessa arancione e i suoi 120 giorni PDF

La pagina corrente utilizza i frame. Questa voce o sezione sull’la principessa arancione e i suoi 120 giorni PDF commercio non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. Il significato del termine “commercio elettronico” è mutato col passare del tempo. Alcune tipologie di prodotti o servizi appaiono maggiormente adattabili alle vendite online, mentre altri sono più indicati per il commercio tradizionale.


Författare: Flavia Di Cosimo.

Questo racconto descrive il mondo virtuale attraverso una metafora. Con una fiaba e senza mai menzionare l’uso del computer, si toccano argomenti di profonda riflessione. Tutto ciò avviene in maniera piacevole e scorrevole. Usando la fantasia, si trascina il giovane lettore nel mondo dei “colori”, incantandolo con variopinti personaggi. Tra le righe c’è spesso un doppio significato che affascina il lettore più adulto, portandolo a riflettere su importanti argomenti di vita attuale.

I negozianti in rete sono in grado di riscuotere un certo successo anche nel caso in cui vendano anche dei prodotti e servizi concreti, non digitali come software o immagini on-line. Anche se un fornitore di beni e servizi di Commercio Elettronico seguisse in maniera rigorosa i sopracitati 16 “fattori chiave” per realizzare una strategia di vendita in linea, possono tuttavia sorgere ugualmente delle difficoltà. Difetti di comprensione del comportamento della clientela, vale a dire come e perché acquistano un certo prodotto. Se i produttori e i venditori non sono in grado di cogliere le abitudini di acquisto dei consumatori, come pure le aspettative e le motivazioni, anche un prodotto blasonato o rinomato può non raggiungere i target di vendita prefissati.

Mancanza di analisi dello scenario concorrenziale. Incapacità di prevedere le reazioni nell’ambiente in cui opera l’impresa. Introdurranno marchi in concorrenza con il nostro o addirittura potrebbero realizzare dei siti web analoghi al nostro e farci concorrenza. Cercheranno di sabotare il sito di un concorrente? I dipendenti, il sistema hardware, i software adottati e i flussi di informazione tra questi soggetti, possono tutti insieme padroneggiare la strategia adottata?

I negozianti in linea sono riusciti a formare adeguatamente i propri dipendenti e a sviluppare le competenze necessarie? Queste tematiche possono rendere necessarie una pianificazione delle risorse maggiormente dettagliata e una formazione dei dipendenti più estesa. Se i controlli e la reportistica non bastano, è possibile cambiarli adottando una struttura organizzativa maggiormente flessibile, affidabile e lineare, anche se non è detto che questo cambiamento permetta di raggiungere un migliore coordinamento interno. Incapacità nell’assicurarsi l’impegno dei vertici aziendali. Spesso la conseguenza principale si traduce nell’impossibilità di raggiungere un determinato obiettivo societario a causa delle scarse risorse allocate a quest’ultimo. Si consiglia di coinvolgere fin dall’inizio i vertici aziendali nella nuova avventura del commercio elettronico. Incapacità nell’assicurarsi l’impegno da parte dei dipendenti.

Se i progettisti non traducono in modo chiaro la loro strategia ai sottoposti, oppure non riescono a delineare loro l’intero quadro in cui si troveranno a operare, un possibile rimedio può essere quello di offrire un percorso di formazione dedicato, come pure di fissare uno schema di incentivi ai dipendenti. Sottovalutazione dei tempi richiesti per il raggiungimento degli obiettivi aziendali. La realizzazione di un’impresa di commercio elettronico può richiedere un considerevole dispendio di tempo e danaro, e l’incapacità di comprendere la giusta sequenza dei processi imprenditoriali e la tempistica relativa a tali operazioni può portare a rilevanti aumenti dei costi, rispetto a quanto preventivato. Incapacità di rispettare la pianificazione dei tempi. Una scarsa verifica del rispetto degli obiettivi fissati inizialmente come pure un ridotto controllo della performance aziendale rispetto a quanto ipotizzato in fase di pianificazione possono far sorgere delle difficoltà nella conduzione aziendale. Un e-commerce ha bisogno di un monitoraggio continuo per valutare l’impatto che ha sui motori di ricerca e sui consumatori in modo da essere perfezionato costantemente. Inoltre, Internet è in continuo aggiornamento: si deve essere sempre all’avanguardia e al passo con le nuove tecniche per non fallire.