La vita poetante PDF

Laus Vitae è un lungo poema autobiografico di ottomilaquattrocento versi, scritto da Gabriele d’Annunzio. Nell’opera, il poeta la vita poetante PDF un superomistico ardore di sperimentazioni e di avventura. L’opera si ispira molto a vari testi scritti dal filosofo tedesco Nietzsche che contrapponevano alle idee cristiane di pietà, rassegnazione, uguaglianza i concetti dell’eterno ritorno, della volontà di potenza, del superuomo.


Författare: Italo Benedetti.

In Maia si può riscontrare l’autoesaltazione del poeta, desideroso di esperienze esaltato dalla propria vita che varia nelle avventure. Il poeta vuole fare molte esperienze nella vita ma senza scegliere nulla in particolare perché compiere una scelta precisa significherebbe escludere qualcosa. D’Annunzio inoltre è pronto a qualsiasi tipo di esperienza perché tutte sono aspetti conoscitivi e costruttivi della vita. In questa parte di Maia, si assiste ad un chiaro esempio di strofa lunga dannunziana. Quest’ultima è una struttura ricca di figure retoriche e espedienti letterari per creare effetti musicali.

La strofa coincide inoltre con un unico periodo. Sono fortunati coloro che sanno vivere ogni esperienza come se fosse sempre la prima volta. Elemento centrale di queste strofe è il piacere, il mezzo più certo di conoscenza per cui chi non gode non impara nulla. Nelle ultime due strofe l’autore rievoca con un elenco le donne con cui egli ha avuto relazioni d’amore, e sulle quali si è sfogata la sua sete di piacere. Cimini, D’Annunzio, Boggiani, Hérelle, Scarfoglio: La Crociera della Fantasia, Venezia, Marsilio, 2010. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 9 gen 2019 alle 10:28.