Manuale di polizia amministrativa. Con CD-ROM PDF

Antichi libri rilegati ed usurati nella biblioteca del Merton College a Oxford. Un libro è costituito da un insieme di fogli, stampati oppure manoscritti, delle stesse dimensioni, rilegati insieme in un certo ordine e racchiusi da una copertina. Il libro è il veicolo manuale di polizia amministrativa. Con CD-ROM PDF diffuso del sapere.


Författare: Saverio Linguanti.

Le numerose novità legislative nazionali e comunitarie che si sono recentemente susseguite hanno interessato varie attività di polizia amministrativa, riscrivendone il procedimento e gli adempimenti con forti innovazioni di carattere procedurale. Ecco allora che questo volume intende fornire un contributo di professionalità unita alla praticità e rappresentare un punto di riferimento per l’inquadramento e la gestione dei procedimenti di polizia amministrativa. Il testo è specificatamente aggiornato a tutte le manovre correttive 2011, alla legge n. 214/2011, alla legge n. 180/2011 (Statuto delle Imprese), ai decreti di liberalizzazione e semplificazione 2012, al D.L. n. 16/2012 convertito nella legge n. 44/2012 ed ai principali provvedimenti comunitari del 2011 e 2012 che hanno inciso sulle attività di polizia amministrativa. Ogni trattazione è stata effettuata tenuto conto anche della recente giurisprudenza costituzionale e del Consiglio di Stato, nonché della Corte di Giustizia europea, soprattutto in tema di attività di gioco e scommesse.

L’insieme delle opere stampate, inclusi i libri, è detto letteratura. I libri sono pertanto opere letterarie. Un negozio che vende libri è detto libreria, termine che in italiano indica anche il mobile usato per conservare i libri. La biblioteca è il luogo usato per conservare e consultare i libri.

La parola italiana libro deriva dal latino liber. Livelli di produzione libraria europea dal 500 al 1800. L’evento chiave fu l’invenzione della stampa a caratteri mobili di Gutenberg nel XV secolo. La storia del libro segue una serie di innovazioni tecnologiche che hanno migliorato la qualità di conservazione del testo e l’accesso alle informazioni, la portabilità e il costo di produzione. Essa è strettamente legata alle contingenze economiche e politiche nella storia delle idee e delle religioni. Dall’invenzione nel 1456 della stampa a caratteri mobili di Gutenberg, per più di quattro secoli l’unico vero medium di massa è stata la parola stampata. La scrittura è la condizione per l’esistenza del testo e del libro.

La scrittura, un sistema di segni durevoli che permette di trasmettere e conservare le informazioni, ha cominciato a svilupparsi tra il VII e il IV millennio a. Quando i sistemi di scrittura furono inventati furono utilizzati quei materiali che permettevano la registrazione di informazioni sotto forma scritta: pietra, argilla, corteccia d’albero, lamiere di metallo. Lo studio di queste iscrizioni è conosciuto come epigrafia. Una tavoletta può esser definita come un mezzo fisicamente robusto adatto al trasporto e alla scrittura.