Mito, sogno e realtà. Viaggio fra gli aspetti e le funzioni della mente umana PDF

1856 da famiglia ebraica e trascorre l’infanzia e la giovinezza a Vienna. Freud comincia a discutere con questo studioso di malattie nervose il problema dei disturbi mentali e della loro terapia. Aperto uno studio per malattie nervose dove applica regolarmente la terapia ipnotica, Freud riceve le critiche da parte della medicina ufficiale del tempo, ispirata a principi positivistici e convinta della natura non psicologica, ma mito, sogno e realtà. Viaggio fra gli aspetti e le funzioni della mente umana PDF organico-materiale dei disturbi mentali.


Författare: Giovanni Peyrot.

Il saggio di Giovanni Peyrot rappresenta un’attenta disamina sull’incredibile “carne pensante” che è il cervello umano, analizzato partendo da aspetti storici e scientifici per giungere fino ad osservazioni a livello filosofico. L’affascinante percorso rivela aspetti inimmaginabili e pone in evidenza le continue scoperte relative alle funzioni cerebrali, dimostrando come il cervello umano sia “l’espressione più sorprendente dell’evoluzione della vita sulla Terra”…

In definitiva l’ipnosi era solo un palliativo. Breuer e le critiche di gran parte del mondo accademico. Nonostante questo Freud approfondisce il campo delle sue ricerche. Rifacendosi ad una concezione tardo-positivistica, Freud delinea una concezione dinamico-energetica dell’essere umano. Nella pulsione possiamo distinguere fonte, oggetto e meta. In un secondo tempo Freud aggiunge le pulsioni di Morte ed Eros, e sviluppa la tesi secondo cui nell’uomo esisterebbe, accanto a una tendenza alla conservazione e allo sviluppo della vita e dell’eros, anche una tendenza all’autodistruzione, al dissolvimento di se stessi. Io del soggetto viene in parte scisso da se stesso, assimilato all’Io di un altro individuo ed eretto a censore della nostra vita.

L’itinerario psicanalitico che abbiamo delineato, giunge alla sua fase finale quando esplica un’azione terapeutica. La spiegazione di questo fenomeno, secondo Freud, risiede nel fatto che gli individui nevrotici sono tutti carenti, per un motivo o per l’altro, a livello affettivo, e quindi trasferiscono il loro desiderio insoddisfatto nell’analista. Freud, che da tempo era impegnato in un’intensa ricerca sull’origine anche storica del sentimento di colpa accertabile nell’uomo associato non meno che nell’individuo singolo, propone un’ipotesi in parte mutuata da Darwin. Freud, punto di riferimento per molte analisi psico-sociali contemporanee. Super-io e del sentimento di colpa.

Freud prese le mosse dallo studio della medicina neurologica, pensando d’impegnarsi nella ricerca o nell’insegnamento, non nella pratica medica. La paziente era una ragazza di notevole cultura. Nel 1895 Freud e Breuer pubblicano Studi sull’isteria. Prima di Freud, l’isteria veniva considerata la malattia della simulazione. L’amore, che si scontra col divieto dell’incesto, viene rimosso nell’inconscio. Freud proprio sul problema della eziologia sessuale delle nevrosi. Inoltre alcuni pazienti nevrotici non si lasciano ipnotizzare.