Orizzonti di gloria PDF

Stanley Kubrick che per la seconda volta si misura con scenari di guerra e con quel mondo militare che qui, come in diversi film successivi, sottopone ad una critica talmente severa da suscitare reazioni e prese di distanza. La storia prende ispirazione da episodi realmente accaduti all’interno dell’esercito francese durante la prima guerra mondiale. Nel 1992 è stato scelto per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso orizzonti di gloria PDF Stati Uniti.


Författare: Humphrey Cobb.

Prima guerra mondiale, 1916, fronte occidentale. Per caricare i soldati, il generale Mireau passa personalmente in rassegna le truppe sistemate in interminabili trincee, cercando di spronarle e motivarle dopo mesi di logorante stallo: in tale occasione schiaffeggia un soldato in trance da esplosione ed impaurito. Come previsto, l’attacco è un fallimento totale. Nessun francese riesce a raggiungere le posizioni tedesche e addirittura un terzo dei soldati rifiuta di uscire dalle trincee o ne è letteralmente impossibilitato dal fitto fuoco nemico. Mireau, per dimostrare fermezza e scaricare sulle truppe la colpa dello scriteriato attacco accettato per ambizione personale, sostiene con il Comando la tesi della codardia e propone la fucilazione di 100 uomini presi a caso. Il generale Broulard gli concede di prenderne tre, uno per ogni Compagnia coinvolta, che saranno sottoposti al giudizio di una regolare Corte marziale.

Nel processo rivolge le sue accuse verso la Corte, che ritiene stia procedendo senza il minimo rispetto dei diritti della difesa ed in modo troppo sbrigativo e scorretto: ma, in verità, è contro Mireau che indirizza la sua rabbia. L’accorata difesa di Dax non è sufficiente e così, sgomenti ed increduli, i tre sono condannati a morte per codardia. Arnaud, ubriaco, rifiuta la confessione e si scaglia contro il prete, che verrà difeso da Paris, il quale sferra un pugno al commilitone, procurandogli una frattura al cranio. Nel frattempo il colonnello Dax è informato dal capitano d’artiglieria Rousseau dell’ordine ricevuto dal generale Mireau durante l’attacco al “formicaio” di colpire con l’artiglieria le proprie truppe rimaste in trincea, ordine disatteso, ma ritenuto di grande importanza per la corte marziale. Dax lo rende noto al generale Broulard, corredandolo con le testimonianze giurate scritte da diversi testimoni. Il giorno dopo, in un’atmosfera di grande tensione, si svolge l’esecuzione alla presenza dei generali Mireau e Broulard: quest’ultimo però non interviene in alcun modo, convinto che l’evento galvanizzi il morale della truppa. A rendere ancora più assurdo l’epilogo della vicenda è la condizione del soldato Arnaud, portato in barella alla fucilazione.