Per comprendere la nostra fede PDF

Secondo l’accezione religiosa di Tommaso d’Aquino, essa è la disposizione ad accogliere come vere le informazioni di cui non si ha una per comprendere la nostra fede PDF diretta, basandosi sull’autorità altrui. In una diversa accezione, ovvero nella teologia cristiana, è una delle tre virtù teologali, dono divino che dispone il credente ad abbandonarsi fiduciosamente nelle mani di Dio accettando la sua parola.


Författare: Peter Knauer.

Questo volume rende conto delle affermazioni fondamentali della fede cristiana. Partendo da una prospettiva cattolica, esso vorrebbe anche contribuire alla comprensione reciproca tra le confessioni cristiane. Credere, in senso cristiano, significa partecipare al rapporto di Gesù con Dio. Da questo approccio di base anche le affermazioni apparentemente difficili come quelle sul peccato originale, sul diavolo e sui miracoli diventano facilmente comprensibili.

Diversamente dal sapere, fondato sulla certezza consapevole della propria validità, la fede prende quindi dagli altri, ovvero dal di fuori, i propri contenuti, come avviene ad esempio nelle religioni rivelate che attingono le loro dottrine da un dato di rivelazione. L’intelletto non pensa mai a vuoto, ma sempre partendo da un dato di fede: La fede cerca, la ragione trova. E ancora la ragione cerca Colui che ha trovato. La possibilità di affiancare argomenti razionali alla fede, che in epoca scolastica dà luogo alla disputa tra dialettici e antidialettici, viene negata alla radice in epoca moderna da Martin Lutero, per il quale essa si tradurrebbe nella presunzione di ritenersi giustificati in base a criteri interamente umani.

La fede è fondamento delle cose che si sperano e prova di quelle che non si vedono. La fede è convincimento delle cose che si sperano e di quelle che furono in atto, rivelazione di quelle che non si vedono. Riassumendo il concetto neotestamentario di fede, si può dire che esso è basato sull’autorivelazione di Dio, soprattutto per quanto riguarda la fiducia nelle promesse e il timore dei castighi contenuti nella Bibbia. Inoltre, gli autori del Nuovo Testamento associano la fede in Dio a quella in Gesù Cristo. Padre infatti non giudica nessuno ma ha rimesso ogni giudizio al Figlio, perché tutti onorino il Figlio come onorano il Padre.