Poeti del Dolce stil novo PDF

Pagina del Codice Banco Rari 217 f. Nel 1274, viene esiliato a Monselice, Padova, insieme alla sua famiglia a causa della sconfitta dei ghibellini ai quali si poeti del Dolce stil novo PDF legato, in particolar modo alla sconfitta della famiglia Lambertazzi, sopraffatta dalla fazione guelfa dei Geremei. La data di morte è ancora incerta: risale però al 14 novembre 1276 un documento notarile che affida alla moglie di Guido la tutela del figlio minorenne.


Författare: Donato Pirovano.

Nonostante il perdurare nella critica letteraria di posizioni opposte, negli ultimi anni del secolo XIII si reagì nettamente, con un forte richiamo all’ordine, alla stagione poetica multiforme, sperimentale, eterodossa, che caratterizza la lirica del pieno e tardo ’200, dopo gli esordi più compatti della «scuola siciliana». Questi nuovi poeti, pochi ma agguerriti e determinati, richiamano a un repertorio metrico chiuso (canzone, sonetto e ballata), a uno stile limpido, piano e trasparente (‘dolce’), a un’esclusività tematica tutta incentrata sull’amore, a un pubblico rigorosamente selezionato sul piano culturale e etico. È legittimo dunque parlare di dolce stil novo, tanto più che la tradizione manoscritta conferma la novità di questa poesia. Il Diamante comprende tutte le poesie sicure, e in alcuni casi le rime dubbie, di Guinizzelli, Cavalcanti, Lapo Gianni, Gianni Alfani, Dino Frescobaldi e Cino da Pistoia. Il volume è costituito da un’Introduzione generale sul Dolce stil novo, da un’essenziale nota bibliografica e da medaglioni introduttivi riservati ai poeti antologizzati. I testi pubblicati sono quelli delle più accreditate edizioni critiche.

Con tutta probabilità, infatti, Guido Guinizelli morì in quello stesso anno, il 1276. La sua opera più importante è Il canzoniere, si compone di 15 sonetti e 5 canzoni anche se, secondo l’edizione di Luigi Di Benedetto, alcuni di paternità incerta: il poeta è attivo tra il 1265 e il 1276, ma non si ha ancora una cronologia completa e affidabile delle sue opere. Madonna mia, quel dì ch’Amor consente e i componimenti Pur a pensar mi par gran meraviglia e Fra l’altre pene maggio credo sia. Conoscer sé, a voler esser grande. Lo stesso argomento in dettaglio: Dolce stil novo.