Stato e rivoluzione PDF

Questa voce o sezione stato e rivoluzione PDF’argomento Storia è priva o carente di note e riferimenti bibliografici puntuali. Storia della Russia fino all’VIII secolo d.


Författare: Vladimir Il’ic Lenin.

Si formò il governo provvisorio di Georgij Evgen’evič L’vov, che indusse Nicola II ad abdicare. Mentre lo zar e la sua famiglia venivano arrestati, nel Paese si formarono due poteri: quello del governo provvisorio, e quello dei Soviet, formato da delegati eletti compresi i bolscevichi. Contemporaneamente si diffuse in tutto il paese il disfattismo nazionale, segno della crescente stanchezza verso la guerra. La vittoria dei bolscevichi portò al rovesciamento del Governo provvisorio russo e alla nascita della Repubblica Socialista Federativa Sovietica Russa, governata dal Consiglio dei commissari del popolo.

Guidato da un sistema autocratico e assolutistico incentrato sulla figura dello zar, l’Impero russo negli ultimi anni del XIX secolo era attraversato da profonde contraddizioni sociali. Nel 1815 la popolazione russa era composta da 45. Oltretutto l’industrializzazione russa restava fortemente legata al capitale estero che possedeva oltre la metà del capitale azionario, non favoriva la creazione di attività economiche locali ed era concentrata in limitate aree urbane ove si erano riversate le masse più povere della popolazione e creando sacche di profondo scontento sociale. In quel periodo maturò presso larghi settori della borghesia e degli intellettuali un fenomeno di politicizzazione in relazione alla scoperta delle classi popolari e delle loro durissime condizioni di vita. Gli aderenti a questo partito, contrariamente ai populisti, auspicavano una rivoluzione mondiale, così come era stato teorizzato da Marx sulla base della contrapposizione, caratteristica del sistema capitalistico, tra borghesia e classe operaia. Lo stesso argomento in dettaglio: Rivoluzione russa del 1905. All’inizio del ventesimo secolo le condizioni di vita nelle campagne erano notevolmente peggiorate per la povertà.