Storie senza mutande PDF

Divorzio, ora l’assegno è da calcolare in base al tenore di vita familiare La decisione della Corte di Cassazione: “Si deve storie senza mutande PDF un criterio composito che tenga conto di più fattori”. Se state affrontando il divorzio, drizzate le antenne.


Författare: Nadia Mogni.

In sostanza, la decisione dei giudici della Cassazione sancisce che il parametro con il quale deve essere calcolato l’assegno di mantenimento “si fonda sui principi costituzionali di pari dignità e di solidarietà che permeano l’unione matrimoniale anche dopo lo scioglimento del vincolo”. Ciò dal momento che”all’assegno di divorzio deve attribuirsi una funzione assistenziale e, in pari misura, compensativa e perequativa”. Il matrimonio è stato assassinato ! Il sistema migliore è quello della Russia ove il matrimonio e patrimonio sono condivisi in comunione di beni. In caso di divorzio si divide tutto a metà, soldi case e figli. E non se ne parla più.

Ah scusa, non mi interessi, voglio uno con un patrimonio sostanzioso, sai com’è, un domani non si sa mai. L’URSS esportava il femminismo per combattere la guerra fredda contro l’occidente. Quindi pagava Marcuse e il PCI, cui si univa Aldo Moro “convergendo parallelamente” su Mosca, per foraggiare l’imperialismo vaticano e innescando la guerra tribale BR per cui restava ucciso. Infatti la legge del divorzio era firmata da Andreotti. Questa storia dell’assegno,indipendentemente dall’importo,è una grossa porcata:se un matrimonio finisce, finiscono diritti e doveri,e con essi anche l’obbligo di mantenimento. Cosa che ricorda molto da vicino l’aspirazione delle risorse africane:essere mantenuti a vita e a sbafo. Ma chi si fida di voi giudici?

Sta bene tutto, ma si preveda una prescrizione. Ci sono coniugi che, con la scusa che non trovano lavoro, si fanno mantenere una vita intera. Una prescrizione massima di 5 anni, a mio parere, sarebbe un ottimo compromesso. Quindi considerando la pari dignità e solidarietà se l’ex marito è in difficoltà sarà lei chiamata a contribuire al suo sostentamento. Io non ci ho capito molto, tranne per il fatto che sposarsi è un grosso rischio per quello dei due coniugi che porta i soldi a casa! Se finisci in tribunale puoi affidarti a un mago o fattucchiera che tanto dipende da cosa hanno mangiato quel giorno i giudici. Io mi fido Z-E-R-O della magistratura al punto che potrei pure azzardare di dire che mi fido più dei politici.

I giovani sono più accorti e convivono liberamente. Notaio prima del matrimonio, che i beni posseduti antecedentemente rimangono fuori dalla comunione dei beni e soprattutto sposarsi una che lavora ed ha un suo stipendio. Ad Uterolandia, ormai, appartiene anche il cosiddetto belpaese, da oltre 40 anni. Grazie FACCIONE GIALLO per le delucidazioni non avevamo capito. Il matrimonio è stato creato per caricarsi sulle spalle il coniuge debole e dargli un posto a vita, con liquidazione e pensione nel caso di scioglimento. Io non mi sono mai sposato semplicemente perché. Certo però ora che sento tante brutte storie di padri separati mi consolo e dico che essere single non è poi così male.