Un paradiso scomparso PDF

Il Papa a colloquio con Scalfari: “Per me un onore essere chiamato rivoluzionario” Bergoglio di nuovo a colloquio con Eugenio Scalfari. Papa Bergoglio di nuovo a colloquio con Eugenio Scalfari. In un altro scambio tra i due pubblicato su Repubblica, il pontefice argentino ha detto di essere onorato dell’etichetta di rivoluzionario. Il Creatore – ha scritto il papa – cioè il Dio nell’alto dei cieli, ha creato l’universo intero e soprattutto l’energia che è lo strumento con il quale il nostro Signore ha creato la terra, le montagne, il mare, le stelle, le galassie e le nature viventi e perfino le particelle e gli atomi e le un paradiso scomparso PDF specie che la natura divina ha messo in vita”.


Författare: R. B. Cunninghame Graham.

E ancora: “Ciascuna specie dura migliaia o forse miliardi di anni, ma poi scompare. Il papa ha infatti sostenuto che le “anime cattive” non sono sottoposte ad una vera e propria “punzione”. Ottengono il perdono di Dio” – ha evidenziato Francesco – mentre coloro che non possono essere perdonate sono destinate alla scomparsa. Quello che è certo, per il pontefice, è solo la “scomparsa delle anime peccatrici”. La Chiesa – ha continuato Bergoglio – si estende ad una santità civile e cristiana nel senso più ampio.

La religione per me è di grande importanza, ma sono consapevole che il senso religioso lo si può avere in casa anche senza praticarlo. Oppure si pratica una religione ma soltanto nei suoi rituali e non con il cuore e con l’anima. C’è spazio anche per una riflessione sull’Europa. Il pontefice argentino ha detto di essersi chiamato Francesco anche per la centralità assunta dal vecchio continente nella religiosità. Ma l’Europa, ha evidenziato il papa, deve conoscere la modernità anche attraverso i migranti e la povertà.

Ecco, bravovai a fare la rivoluzione a casa dei tuoi amati clandestini! Siamo in mano ad un folle. Signore Iddio, tu che tutto puoi, liberacene. Caro Bergoglio, non sempre l’accezione “rivoluzionario” ha senso positivo. Nel caso specifico per quanto riguarda la linea del Suo pontificato personalmente sarei piu’ propenso ad intendere rivoluzionario nel senso di “distruttivo”. Poi ovviamente Lei é comunque libero di menarne vanto ma .