Valutazione della vulnerabilità sismica degli edifici esistenti in cemento armato PDF

586 12H10zm-6 4h4v-5a1 1 0 0 1 1-1h5V2H4v14zm5 2H3a1 1 0 0 1-1-1V1a1 1 0 0 1 1-1h12a1 1 valutazione della vulnerabilità sismica degli edifici esistenti in cemento armato PDF 0 1 1 1v9. 502 0 0 0 7 4. Comprehensive Nuclear Test Ban Treaty Organization. Una serie di nuvole radioattive da Fukushima si sono propagate verso l’Alaska e verso tutta la costa occidentale del Canada, l’Oregon, lo Stato di Washington e la California, fino in Messico.


Författare: Salvatore Lombardo.

Questo testo vuole costituire una riflessione sull’aspetto della vulnerabilità sismica degli edifici esistenti (scuole, ospedali, edifici per civile abitazione ecc.) in riferimento al capitolo 8 delle Norme tecniche per le costruzioni, argomento di sempre più grande attualità anche alla luce degli eventi sismici che frequentemente interessano, in maniera più o meno violenta, quasi tutte le regioni italiane. Le forze sismiche danneggiano sempre le parti più deboli delle strutture, quelle cioè non correttamente realizzate o inidonee dal punto di vista sismico. Il sisma in Abruzzo, per esempio, ha causato danni rilevanti anche su edifici relativamente recenti, facendo emergere molteplici cause di ordine esecutivo, quali la non corretta piegatura delle estremità delle staffe nei pilastri, l’insufficiente armatura a taglio di pilastri normali e di quelli tozzi o resi tozzi, l’interazione della tompagnatura con il telaio, l’insufficiente armatura nei nodi non interamente confinati, l’insufficiente ancoraggio delle armature longitudinali delle travi nei nodi, infine la conformità del calcestruzzo impiegato rispetto alle previsioni progettuali.

Nel 2012 in molti prodotti agricoli da queste zone si registrava l’emissione di radiazioni alfa e beta e all’analisi chimico-fisica si rivelava la presenza di isotopi radioattivi provenienti da Fukushima. Ad esempio si è visto che in diverse specie di insetti, si accumulano mutazioni nelle varie generazioni successive, raggiungendo dopo un certo punto il livello di estinzione. Recentemente, nella baia di Fukushima, per monitoraggio è stato pescato un pesce che presentava livelli di radiazione superiori a 2. 500 volte il massimo accettato dalla legislazione nipponica . La gestione dell’incidente da parte della TEPCO è stata caratterizzata da reticenza, menzogne e abbandono della popolazione locale al suo destino . Alcuni operai hanno denunciato che i loro dosimetri di radiazione sono stati manomessi o coperti con lamine di piombo.