Windows 7. Guida all’uso PDF

Javascript non è abilitato su questo browser. Per utilizzare al meglio tutte le funzioni del sito ti consigliamo di abilitare javascript oppure di visitare il sito con un altro browser. Esso non indicava una specifica release del sistema operativo, ma windows 7. Guida all’uso PDF una vision relativa all’evoluzione futura dei sistemi operativi. Microsoft ha cambiato le sue priorità di sviluppo, e ha concentrato la maggior parte delle attività degli sviluppatori in percorsi di formazione sulla sicurezza del software e nelle attività di testing e validazione del codice dei prodotti.


Författare: Francesco Caccavella.

Windows 7 è il nuovo sistema operativo microsoft. È più veloce, più usabile e più personalizzabile di Windows Vista e Windows XP ed è più compatibile con applicazioni e dispositivi esterni. Da usare sia a casa sia in azienda, offre un Interfaccia motto facile da padroneggiare, nuovi strumenti per la sicurezza e per il controllo della navigazione dei propri figli, nuove funzioni multimediali e procedure più semplici per collegare stampanti, telefonini o altri dispositivi. Questo libro vi guida passo per passo, con un linguaggio semplice e accessibile e con l’uso di molte immagini, alla scoperta di tutte le funzioni di Windows 7: dalla modifica di foto e video alle ricche opzioni per navigare su Internet e collegarsi ai social network, dalla gestione dei file e dei programmi alla configurazione delle opzioni di sicurezza. Gli utenti alle prime armi apprenderanno le procedure più semplici per usare le funzioni di base del sistema, mentre gli utenti più esperti scopriranno quanto c’è di nuovo nel miglior sistema operativo mai prodotto da microsoft. Tra gli argomenti trattati: La rinnovata interfaccia Aero con le nuove funzioni Peek e Shake per gestire con pochi clic le finestre e organizzare il Desktop; Le nuove funzioni per creare o modificare foto e video e per organizzare file e documenti; La condivisione di documenti, stampanti, foto e video fra diversi PC.

Dopo la distribuzione di Windows Vista riprese il lavoro per lo sviluppo della versione successiva del sistema operativo, che per un breve periodo utilizzò il nome Windows Vienna, trasformato poi in Sette. Nel 2008 fu annunciato che Windows 7 sarebbe diventato il nome ufficiale del sistema operativo. Il vicepresidente della divisione Windows, Bill Veghte dichiarò che le novità introdotte in Windows 7 non avrebbero creato problemi di compatibilità con gli applicativi e i dispositivi funzionanti con Windows Vista. Il sistema operativo entrò in fase di RTM il 22 luglio 2009, e successivamente è stato reso disponibile per il mercato il 22 ottobre 2009, a meno di 3 anni dalla precedente commercializzazione del suo predecessore Windows Vista. Il sistema operativo è in grado di gestire più schede grafiche in contemporanea. La barra del titolo di Esplora risorse. La barra delle applicazioni è la parte che ha visto i maggiori cambiamenti estetici.

Liste Rapide che permettono di accedere facilmente alle operazioni comuni o utilizzate più frequentemente. Al contrario di Windows Vista, i bordi delle finestre non diventano neri quando ingrandite con Aero attivo ma la trasparenza rimane attiva. Tra i giochi presenti in dotazione in Windows 7 sono state aggiunte delle versioni online di Spades, Backgammon e Dama. Windows 7 integra funzioni Tablet PC migliorate rispetto ai precedenti sistemi operativi Windows Vista e Windows XP. Per rendere il sistema operativo più snello è stato rimosso il supporto al riconoscimento della calligrafia in lingue differenti da quella principale: le funzionalità di riconoscimento in più lingue sono disponibili solo nella versione più completa di Windows 7, la Ultimate. Non ci rimane che convincere i produttori che sarà la tecnologia touch a trainare le vendite. Windows 7 è dotato di una interfaccia particolare pensata anche per l’uso con le dita.

Windows 7 ha abbandonato tale approccio in favore di un monitoraggio dell’ultimo input fornito dall’utente o eventuali richieste effettuate da applicazioni e servizi, includendo delle nuove funzionalità per consentire il risveglio del PC in base al traffico di rete in ingresso. Microsoft ha dichiarato che un intero gruppo di programmatori ha lavorato sull’ottimizzazione dei tempi di avvio del nuovo sistema operativo avendo in mente l’obiettivo di consentire un avvio dell’intero sistema in soli 15 secondi. Così come Windows XP e Windows Vista, Windows 7 supporta tramite software aggiuntivi l’esecuzione di applicazioni locali virtualizzate tramite le tecnologie Microsoft e di terze parti. All’interno di questi contenitori sono presenti tutti gli elementi di cui l’applicazione ha bisogno per essere eseguita ossia file binari, altri file di appoggio, chiavi del registro di sistema. La creazione della bolla avviene in fase di installazione dell’applicazione su di una macchina dedicata: al momento dell’installazione vengono “intercettate” tutte le chiamate al sistema, comprese la creazione di file di libreria e le nuove voci di registro.